I metodi di integrazione di movimento ed immobilità

I metodi di integrazione di movimento ed immobilità (动与静的结合方式)

l’immagine è presa da http://blog.sina.com.cn/s/blog_61c1e66e0102wd0d.html

Ci sono due modi per integrare gli allenamenti fisici di movimento e di immobilità:

  1. metodo di integrazione in sequenza (先后结合方式), cioè prima uno e poi l’altro;
  2. metodo di integrazione simultanea (同时结合方式):

Metodo di Integrazione in Sequenza

In questo metodo si utilizza l’aspetto esteriore del corpo che si manifesta nello spazio con cambiamenti di attività di posizionamento (位移) atletici in cui “movimento” (动) indica ciò che è detto “attività motoria” (运动). D’altro canto si utilizza l’aspetto esteriore del corpo che mantiene uno stato motorio fisso (固定) senza movimento in cui la “immobilità” (静) indica ciò che è detto “capacità di stare fermi” (静功). Si allena prima un tipo di aspetto esteriore in cui si esercita la capacità di movimento e poi quello senza movimento dove si esercita la capacità di stare fermi, oppure al contrario iniziando con quelle “immobili” e poi cambiando a quelle “mobili”.

In breve, la pratica della capacità di muoversi e di quella di stare fermi si rimpiazzano, entrambi non potendo procedere allo stesso tempo, ma devono procedere separati.

Metodo di Integrazione Simultanea

In questo metodo si combinano movimento ed immobilità allo stesso tempo. Per applicare questo metodo si deve mantenere la posizione in postura fissa ed in angolo fisso, quindi da questa apparente immobilità (di muscoli e di mente) si stanno impostando le condizioni di immobilità. In effetti la funzione delle posture (姿势) e delle inclinazioni (角度) è di sollecitare in maniera naturale i muscoli i tendini e le ossa delle quattro articolazioni (四肢), generando e producendo incessantemente movimento automatico, migliorando gradualmente le funzioni fisiologiche del movimento. Le pulsazioni (cardiache) possono mantenere un livello regolare di durata e di crescita, inoltre come prerequisito la respirazione avrà luogo senza difficoltà. A causa dell’aspetto esteriore di non movimento, il sistema nervoso non ha bisogno di mantenere il proprio equilibrio, la vigilanza e la continua attenzione ai cambiamenti dell’ambiente circostante. Conseguentemente gli apparati uditivi ed auditivi possono ridurre o sospendere i segnali di attivazione alla corteccia cerebrale e come risultato anche la corteccia cerebrale può ottenere uno stato di riposo tranquillo relativamente completo ed entrare in uno stato di inibizione. Questo è il metodo di integrazione simultanea di movimento ed immobilità.

da 大成拳站桩与求物 di 于永年, pag 34

Commento al testo: questo trafiletto, leggermente contraddittorio, ci può far riflettere sulla stessa alternanza nel Meihuaquan. Quando si parla di Zhuangbu, non si parla di assenza completa di movimento, qualcosa si muove sempre, sia esso respiro o circolazione sanguigna. Alcuni muscoli si contraggono, altri si dovrebbe imparare a rilassarli. Anche l’ “attenzione” resta sempre consapevole nei cinque sensi, provando ad allontanare invece le ruminazioni mentali. A me sembra chiaro che il Meihuaquan si avvicina maggiormente al concetto espresso per il primo metodo di allenamento, anche se non esclude ugualmente dei concetti che riguardano il secondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...