Intervista a Zhao Daoxin – Terzo Giorno (Prima Parte)

Huang Jishou 黄积涛 mostra le applicazioni di Xinhuizhang allla commemorazione dei 110 anni dalla nascita di Zhao Daoxin

Intervista a Zhao Daoxin 赵道新, dal titolo Dialogo sui due grandi sistemi di Wushu 关于两大武术体系的对话, per questo scritto ho utilizzato la traduzione “Une “sanglante dissection” des arts martiaux chinois,” (Una dissezione sanguinaria delle arti marziali cinesi) par Laurent Chircop-Reyes,in Les chroniques du wulin, 08/11/2015, e naturalmente il testo in cinese. L’intervistatore è Huang Jishou 黄积涛.

[In questa terza giornata di intervista diventa evidente che Huang Jishou è un seguace di Zhao Daoxin che pone delle domande retoriche, un semplice gioco delle parti. Sempre questa tornata di intervista evidenzia tutti i limiti e le contraddizioni di Zhao Daoxin che da una parte ritiene inutile la classificazione in stili Shaolin e Wudang, dall’altra però identifica con lo Shaolin tutte quelle scuole che in questa suddivisione sono ritenute Shaolin, per non parlare dell’idea che i Taolu sono inutili per la preparazione al combattimento e quando deve spiegare il suo sistema non riferisce di altro se non di un Taolu da lui creato]

lettera di Zheng Qiping 郑企平 alla rivista Wu Hun, non sono riuscito a capire se contro Zhao Daoxin o a favore

Huang: Il tuo pensiero originale sullo studio marziale spesso mi fa sentire un senso di illuminazione, ma i tuoi dubbi e le smentite sul potere dell’abilità di colpire 技击 delle arti marziali cinesi 中华武术 odierne mi mettono a disagio, certamente, so che pochi metodi di pugilato ed esperti anche se considerati “devastanti” 厉害 non potranno salvare le arti marziali cinesi 中国武术. Tuttavia, se vogliamo che sia davvero convincente, temo che sia necessario analizzare più nello specifico la struttura dei principali “canali” 经络 dell’arte di pugilato cinese, e segnalarne i punti deboli. In effetti, ho anche chiesto con disgusto a molti esperti di arte del pugilato 拳术家 delle carenze alla base della loro arte di pugilato e di tutto il Wushu e le possibili “risposte” 回答 sono state solo di tre tipi: il primo tipo di pugile 拳师 afferma di avere poco talento e scarso apprendimento e non essere qualificato per criticare l’arte di pugilato, consigliandomi di imparare il pugilato onestamente e di non fare voli di fantasia; il secondo tipo di pugile rimprovera gli uni o gli altri e nella maggior parte dei casi si tratta di rancori personali contro una certa persona o una certa situazione, che non hanno nulla a che fare con lo studio 学术; il terzo tipo di pugile esprime insoddisfazione, come se dicesse: “Bah! Tu sei un traditore, irrispettoso ed eretico. Le mia arte di pugilato è la migliore in Cina e le arti di pugilato cinesi sono le prime al mondo. “

Zhao: ma ti stanno dicendo: “Abbiamo tutti paura” 我们都很害怕. Paura di offendere quella cosa, paura di vederla chiaramente, paura di offendere altre persone paurose. In effetti, queste cose non sono la realtà delle Arti Marziali Nazionali 国术 , ma sono arti marziali Nazionali illusorie. Più l’arte di pugilato è vivida nell’illusione, più è distorta nella realtà; inoltre più l’arte di pugilato è povera nella realtà, più vuole compensarla con l’ illusione di un rimedio sacro. La frammentazione della teoria 理论 e dell’ abilità tecnica 技术 delle arti marziali cinesi 中国武术 è quindi aumentata progressivamente.

membri della Kongdongpai 崆峒派, un ulteriore fazione delle arti marziali cinesi

Huang: vuoi fare un analisi concreta nel dettaglio delle arti di pugilato cinesi?

Zhao: solo non c’è abbastanza tempo. Facciamo così, qui parlo solo facendo uno schizzo degli aspetti principali, ogni aspetto è solo “toccato superficialmente” 点到为止 ma senza seguire tuttavia un ordine rigido, inoltre, tu e io abbiamo sentito abbastanza sui punti forti delle arti marziali nazionali 国术, quindi in questa sede parlerò solo dei difetti.

Huang: Bene. Innanzitutto cosa ne pensi delle arti marziali suddivise in classificazioni interne 内家, esterne 外家 così come delle distinzioni geografiche 地区分类 delle arti marziali?

Zhao: Se le Abilità tecniche di Colpire 技击 cinesi vogliono svilupparsi, il sistema di classificazione dell’arte di pugilato 拳术 attualmente sperimentato deve essere completamente infranto. Ciò non vuol dire che queste classificazioni siano del tutto irrazionali, ma che queste classificazioni possono dividere solo parzialmente i fattori distintivi della pratica delle arti di pugilato e che possono spiegare in minima parte le caratteristiche tecniche nel colpire 技击 delle arti di pugilato. La ripartizione per tipologia 类型 della arti di pugilato dovrebbe essere sul “colpire” 打 e non sull’ “allenamento” 练 che emerge o sull'”organizzazione” 编 che viene fuori. Essa dovrebbe riflettere il corpo umano 人体 e la abilità tecnica 技术 costantemente rinnovata, piuttosto che le usanze settarie 门派 religiose 宗教 che sono rimaste immutate per migliaia di anni. Le classificazioni di Shaolin 少林, Wudang 武当, Emei 峨媚 fino a quella del Sud 南 illustrano solo le barriere di comunicazione causate dall’inconveniente dei trasporti nei tempi antichi, che oggi dovrebbero appartenere al passato. Per quanto riguarda la famiglia interna 内家 e la famiglia esterna 外家 proviene da scritti degli studiosi delle stimate qualità marziali 尚武 che hanno fatto sforzi brillanti per aumentare la stima nei loro confronti, anche se riluttanti ad ammettere che loro stessi erano della “famiglia esterna”. [peccato come al solito che Daoxin rimanga nel generico, perché uno dei maggiori studiosi o letterati che indicò questa divisione era Sun Lutang]. Infatti, quando sono in gioco la vita e la morte, l’onore ed il disonore, i pugni e i piedi di tutti sono “senza un tetto famigliare” 无家可归.

[potete andare a leggervi Classificazione degli Stili di Wushu]

Huang: Ma la divisione tra famiglie interne ed esterne rappresenta almeno la rigidità (inflessibilità)刚 e la morbidezza (flessibilità) 柔 dell’arte di pugilato.

Zhao: il significato di “duro e morbido” 刚柔(inflessibile e flessibile) è ancor più ambiguo e generico. Esso può essere usato solo come mantra 口头禅 per i pugili 拳师 per giudicare altre scuole. Nel brevissimo tempo in cui usano le proprie abilità tecniche di pugilato 拳技 fanno “combinazione di durezza e morbidezza” 刚柔相济 e ” coltivazione simultanea di interno ed esterno” 内外兼修. In apparenza stanno sempre in mezzo a “duro” 刚 e “morbido” 柔 per giudicare se gli altri sono “duri” 偏刚 o “morbidi” 偏柔. [infatti il duro ed il morbido, o meglio l’inflessibile ed il flessibile, si realizzano in maniera diversa a seconda delle scuole, anche quando ci sono alla base delle teorie similari] Il Taijiquan 太极拳 e altre abilità tecniche morbide 柔技 si basano davvero su “200 grammi per spostare mille chili” 四两拨千斤 per andare ad agitare e far esondare fiumi e laghi? Perché lo Xingyiquan 形意拳, che è principalmente usato per combattere 搏 la gente, appartiene alla “famiglia interna” 内家? il Pugilato occidentale 西洋拳击 è anchesso una creazione di persone, esso è “duro” o “morbido”? [continuiamo a condividere questo punto di vista]

Un atleta di Guoshu dimostra Hengtui Gaochuai 横腿高踹

[su Gangrou Xiangji come è inteso nella Scuola Meihua potete leggere Flessibile ed Inflessibile]

Huang: Ma le teorie di “interno ed esterno” 内外 e “rigidità e morbidezza” 刚柔 hanno portato all’invenzione di un profondo metodo allenamento del lavoro interno 内功练法, cioè dall’intenzione 意 al Qi 气, e ancora al vigore 劲 collegato all’invenzione di un arte magica 法术.

Zhao: “Intenzione 意, Qi 气, Forza Muscolare 力”, “Essenza 精, Qi 气, Spirito 神”, ecc. e la corrispondente coltivazione 修炼 del Lavoro Interno 内功 sono molto difficili da spiegare chiaramente nel linguaggio normale. È come se ci fosse un metodo 方法 di persuasione che si esercita su se stessi per produrre tutte le specie di sensazioni, che vanno da una sensazione di conforto a quella di forza, ma si può anche dire che sono un richiamo alle formule magiche 符号式 di certe religioni 符号式. D’altra parte tutte non sono molto efficaci nell’abilità tecnica del colpire 技击, o almeno molte nuove teorie sono altrettanto efficaci o anche più pratiche 实际 di queste.

L’immagine ritrae un atleta di Guoshu in Xubu

Huang: Allora, cosa pensi che manchi nelle arti marziali cinesi 中国武术 nel metodo di colpire 打法?

Zhao: Ci sono troppi tabù nei Metodi per Colpire 打法 delle arti marziali nazionali 国术. Oltre ad evitare certe cose che sono invariabilmente le stesse, ogni scuola e ogni fazione ha i suoi tabù. Ad esempio, ogni metodo di pugilato ha sempre un tabù e riecheggia gli altri metodi di pugilato, conseguentemente cercano stranezze, cose oscure che diventano pratica comune, per esempio dire a qualcuno che la sua pratica di Bagua 八卦 assomiglia al Taiji 大极 può causare il suo disappunto, dire a qualcuno che la sua pratica di Xingyi 形意 assomiglia al Pugilato Occidentale 拳击 può farlo sentire umiliato. Devi sapere che ciò che può esprimere al meglio lo stile 风格 della fazione di pugilato 拳派 non è il Metodo per Colpire 打法, ma le mosse 招式 cerimoniali 礼节性 che le scuole 门派 mostrano intenzionalmente. [cioè tutti quei movimenti decorativi e cerimoniosi propri di ciascuna scuola, con scarso senso pratico] Questi tipi di mosse 招式 sono utili nelle esibizioni 表演 e nei confronti faccia a faccia 对峙, ma sono completamente superflue e goffe nel combattimento corpo a corpo 短兵相接 [così è tradotto in francese e in Wenlin, ma mi sembra che letteralmente sia “confronto di armi corte”, tipo la mazza]. Un altro tabù è la paura di cadere 摔倒. Nel confronto cinese popolare 民间 in combattimento a mano nuda 徒手格斗较量 , c’è una regola 规定 non scritta secondo cui atterrare su qualsiasi parte del corpo tranne i due piedi significa sconfitta, o resa e “perdere la faccia” 栽跟头. Pertanto, il sud attribuisce grande importanza al “cavaliere” 马, e il nord stima il “palo” 桩 [chiari riferimenti alla posizione del cavaliere Mabu, e al stare eretti come pali Zhanzhuang o posizioni palo Zhuangbu]. Le arti marziali nazionali 国术 richiedono anche grande distanza tra i passi 步距大, un baricentro basso 重心低 e una parte superiore del corpo centrata e dritta 上身中正, ma è difficile pensare il costo di queste abilità pratiche prive di iniziativa ed eccessivamente prudenti? In primo luogo, sotto l’influenza del [principio] “una gamba sollevata è la metà del corpo che è vuota” 抬腿半边空, perdiamo l’attacco 进攻 degli arti inferiori 下肢, in particolare i potenti colpi 强击 dei calci alti 高踢 e delle ginocchiate alte 高膝 altamente letali 杀伤力. In secondo luogo, il “vigore della rana” 蛙劲 tra i migliori stili di pugilato cinesi non è altro che il tentativo di ridurre, lungo un determinato percorso del corpo umano, la perdita di quantità di moto 动量 (slancio) e di trasmetterla sulla lunga distanza. Il movimento inerziale delle parti di massa generate dallo squilibrio non è stato utilizzato consapevolmente per emettere forza 发力. Terzo, dover fare spesso attenzione alla “perdita di centro di gravità” 失重 ostacolerà il movimento veloce e la destrezza del gioco di gambe 步法 (o tecnica di spostamento) e della tecnica corporea 身法. Le cose che abbiamo menzionato sopra che noi scartiamo sono esattamente oggi le cose più preziose sui ring da combattimento internazionali 国际搏坛. In questo modo, l’arte di pugilato tradizionale è “arte di pugilato da vecchi” 老人拳术, “vecchio” 老 è sinonimo di saggio 圣贤, autorevolezza 权威 e profondità 高深, ma ovviamente gli anziani hanno difficoltà a sollevare le gambe e per loro è pericoloso cadere a terra. Perciò, nell’insegnare pugilato con la scusa di nascondersi dietro i punti debole del “saggio” 圣人 è naturalmente evitato come un tabù lo “sbilanciamento” 不平衡. Tuttavia, l’arte di pugilato non é solo gare 赛 di Shuaijiao 摔跤. Vale la pena usare l’instabilità ottenuta con un colpo 击 feroce e veloce, anche se porta ad una caduta. questo è un mio primo punto di vista sul Metodo di Colpire 打法.

Chu Minyi mostra una attrezzatura per l’allenamento del taijiquan da lui inventata

Huang: Puoi parlare dei metodi di allenamento 练法?

Zhao: Ai nostri maestri di pugilato 拳师 piace sempre cercare l’originalità 独创 e la segretezza 隐秘 nelle loro mosse 招数 e tecniche per colpire 打法. In effetti, ciò che è veramente unico e può essere tenuto segreto è l’allenamento 训练, comunemente noto come Gongfa 功法 (metodo di lavoro). Il metodo di allenamento determina i pro e i contro delle arti di pugilato. Gli esercizi tradizionali 传统功法 esistenti in Cina sono sostanzialmente inefficienti. Per mostrare l’ “avere il gongfu nel corpo” 功夫上身 si spende un tempo sommamente lungo, e anche se hai il Gongfu esso non è completamente efficace in un certo tipo di combattimento 格斗, facilmente emergono ferite, contratture e malattie. L’allenamento 训练 è la sintesi della conoscenza immensa di una scuola, non è sicuramente essere in grado di ottenere che decenni sono come un giorno 几十年如一日 [cioè allenarsi sempre con l’intensità del primo giorno, che è tipo il nostro modo di dire “vivere ogni giorno come se fosse l’ultimo”], di alrzarsi alle tre di notte 起三更 [cioè allenarsi di buon mattino] e di praticare i tre giorni più freddi dell’anno 练三九 [cioè allenarsi con il vento e con la pioggia, sfidando i periodi più torridi dell’estate come i mesi più freddi dell’inverno. Questi tre esempi si riferiscono a teorie che sono diventate quasi degli slogan per chi pratica gli stili tradizionali. Non che non siano idee interessanti, ma a volte, contrariamente alla loro finalità, dimostrano scarsa capacità di adattamento]. Non dirò molto qui, parlerò solo di alcune “divaricazioni” 错位: la prima è la divaricazione del metodo di allenamento 练法 e dell’applicazione 用法. Non importa quale sia il metodo di pugilato, è vergognoso che non possa usare il Combattimento Libero 散打. In quale scuola è possibile avvenga di trascorrere la maggior parte del tempo nel Combattimento Libero 散打?I maestri 大师 di arti marziali nazionali 国术 hanno due illusioni molto ridicole nella loro pratica 练功: una è credere che picchiarsi 打 in un vero combattimento 搏实 sia la lezione finale dell’arte di pugilato, solo dopo che la “maestria” 功力 è raffinata possono provare ad affrontare il nemico; la seconda è credere che essere molto abilli nel Tuishou 推手 (spinte con le mani), nel Duilian 对练 (allenamenti in coppia), ed altre abilità simili al combattimento 格斗 sia equivalente a migliorare il livello del combattimento 格斗 effettivo. Naturalmente, è molto difficile prepararsi ad un combattimento corpo a corpo 肉搏 in condizioni cattive e tecniche di allenamento scadenti, e gli appassionati di pugilato dilettanti 业余拳迷 sono riluttanti ad andare sempre al lavoro con la faccia gonfia e zoppicanti. Ma se si vuol raggiungere un livello elevato nell’arte del pugilato, si deve porre rimedio alle “divaricazioni”: Ciò che si dovrebbe usare più tardi in un combattimento finale e decisivo dovrebbe essere studiato all’inizio dell’allenamento. Un’altra “divaricazione” è tra fatica 疲劳 e intensità 强度. I pugili popolari sanno che solo se si esercitano duramente per molto tempo ogni giorno e praticano tattiche a basso sforzo fisico. I loro muscoli, nervi e altri tessuti che devono essere sviluppati per combattere 格斗 non sono completamente stimolati. Essi hanno una avversione ad aggiornare le attrezzature 器具 per l’allenamento e l’equipaggiamento oppure hanno un rifiuto naturale a chiedere l’assistenza di un compagno di combattimento, essi preferiscono gesticolare e meditare da soli negli angoli bui o senza persone. Io ho veramente difficoltà a comprendere se questi guerrieri 武士 praticano l’arte marziale perché possa servirgli nella loro vita o piuttosto se praticano per implorare le “arti marziali cinesi” di mostrare pietà e potersi allenare come asceti. Inoltre, c’è una divaricazione tra principi 理沦 e pratica 实践, tra abilità tecnica 技术 e qualità 素质, tra pratica pubblica 公开性操练 e pratica a porte chiuse 闭门秘练… Mi limito a citare alcuni esempi.

Prima Giornata – Prima Parte
Prima Giornata – Seconda Parte
Prima Giornata – Terza Parte
Seconda Giornata – Prima Parte
Seconda Giornata – Seconda Parte

Intervista a Zhao Daoxin – Terzo Giorno (Seconda Parte)

Intervista a Zhao Daoxin – Secondo Giorno (seconda parte)

Raffigurazione del Bodhisattva Weituo 韦陀菩萨

Intervista a Zhao Daoxin 赵道新, dal titolo Dialogo sui due massimi sistemi di Wushu 关于两大武术体系的对话 (notare la citazione colta del Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo di Galileo Galilei), per questo scritto ho utilizzato la traduzione “Une “sanglante dissection” des arts martiaux chinois,” (Una dissezione sanguinaria delle arti marziali cinesi) par Laurent Chircop-Reyes,in Les chroniques du wulin, 08/11/2015, e naturalmente il testo in cinese. L’intervistatore è Huang Jishou 黄积涛.

Manoscritto di Wushu dell’epoca di Guanxu (1875-l908)

Huang: è possibile che le persone che padroneggiano la scienza del combattimento essenziale del gong fu cinese siano sempre riluttanti a mostrarsi in pubblico e considerino effimero apparire “montagne” (mettersi in mostra).

Zhao: Non necessariamente. Sono essi di ampie vedute, tuttavia di aspetto feroce e deboli di cuore? La gente comune colpita da disastri e calamità quando percepisce che anche i “funzionari integerrimi” 清官 sono inaffidabili, essi possono solo supplicare i Bodhisattva 菩萨 ed i Cavalieri Erranti 侠客 di venire finalmente a sostenerli; gli uni sono uomini con le sembianze di immortali 仙, gli altri sono immortali con le sembianze umane. Entrambi non hanno bisogno di possedere realmente il potere del Dharma 法力 e l’essenza della maestria di picchiare 技击, hanno bisogno solo di nascondersi da una parte all’altra e mantenere in vita la bolla di mistero facendo in modo che non venga perforata, così possono far sì che le persone comuni si sentano sollevate andando a pregare.

Una “abilità incredibile 绝技” dimostrata da un praticante di Meishanquan 梅山拳 detta “Ingoiare la Lama di Acciaio”口吞钢刀. Le “Abilità Incredibili” sono tutti esercizi al limite dell’acrobazia, dello spettacolo circense e dell’illusionismo 绝技.

Huang: Hai, oppure no, prove per dimostrare questo punto di vista, che negherebbe la possibilità che le incredibili abilità 绝技 cinesi siano andate perdute per sempre o tramandate in segreto?

Zhao; La mia prova è che non c’è nessuno che può fornire prove convincenti sull’esistenza dei Bodhisattva e dei cavalieri. Inoltre, come possono gli eremiti 隐士, in quei luoghi aridi e isolati dal mondo, dove l’informazione è bloccata, la comunicazione è scomoda ed il materiale è scarso, illuminare la loro comprensione, ampliare i loro orizzonti ed evitare creazioni inutili ? [e questo è una critica a tutte quelle storie che parlano di eremiti taoisti con abilità straordinarie anche nelle arti marziali]. Inoltre come è possibile adottare su larga scala l’ “incontrarsi con le mani” 见手 [il traduttore francese aveva utilizzato “mettere le mani a contatto”]arrivando a scambiarsi la maestria 技术 e a misurarsi? D’altra parte, come sapere che la loro maestria è migliore della tua e che ne padroneggiano l’essenza? Come risolvere i problemi della vita, dove procurarsi il cibo, chi fornirà fondi e attrezzature? Se ci si procura da soli il cibo, si spendono molte energie per ottenere cibo, vestiti, alloggio e trasporti, come si può migliorare i risultati dell’allenamento? Per quanto riguarda la perdita permanente del Wushu,al contrario di ciò che si può aspettare non credo che sia necessariamente una cosa negativa, anche se mi dispiace che alcune abilità 技巧 si perdano o stiano per essere perse per sempre, ma ciò dopotutto si trasforma in una pulizia naturale, attraverso questa perdita molte di quelle cose che cadono inanimate, che sono inutilizzabili, poco efficienti e confuse, sono eliminate attraverso la selezione.

Huang: ci siano o non ci siano due diverse interpretazioni della “combattività” 技击性 di cui parliamo, indicherebbe che non ci riferiamo alla stessa cosa.

Zhao: ciò è molto probabile. Il termine “combattività” è già di per sé molto vago技击性. Allora, cosa intendi per “combattività”?

Immagine di Gedou 格斗


Huang: non facile da dire, è come se si dicesse “essere veramente devastante” 很厉害, “essere sempre in grado di vincere” 总能赢 e così via.

Zhao: è vero, ma, per essere precisi, la combattività 技击性 .dovrebbe essere relativa al pugilato [praticato] e non all’uomo [che la pratica]. Nel combattimento 格斗 si può solo dire che in quel momento una persona che vince è in buone condizioni [o ha una situazione favorevole], di una persona che vince sempre si può solo dire che possiede effettivamente una grande forza muscolare 实力强, solo molte persone che praticano lo stesso tipo di pugilato che vincono in proporzione molte prove di forza eccellono in maniera chiara, in questo modo la combattività 技击性 emergerebbe visibilmente nelle statistiche. [Mi sembra una considerazione un po’ superficiale, che sembra tenere più conto di un livellamento sportivo e di pratiche che si riducono all’uno contro uno, ma allora cosa porterebbero di plus valore le attività marziali cinesi rispetto a quelle di altri paesi? Possibile che non ci siano idee originali e che Zhao e Huang non siano in grado, al di là di fare critiche generiche, di fare proposte concrete? Che tipo di competizione vorrebbe Zhao? Come la vorrebbe strutturata? Quale tipo di allenamento per lui favorirebbe la formazione delle giuste abilità combattive? Quali esercizi proporrebbe per preparare al combattimento? Vediamo se il seguito dell’intervista porta a qualche cosa di concreto che vada oltre le invettive]. Ed usare slogan come “non avere rivali” 未遇敌手 è combattività tanto quanto parlare di spazzatura.

Lotta Mongola


Huang: Stai dicendo che la combattività 技击性 è la probabilità di vincere un combattimento 格斗. Tuttavia, negli incontri di pugilato 拳击, i lottatori 摔跤手 sarebbero sconfitti; negli incontri di lotta 摔跤, i pugili perderebbero, quindi in quale di questi due tipi di pugilato la combattività è più forte?

Zhao: ciò esprime solo che tutta la “combattività” è relativa a un modo fisso di confrontarsi 较量方式. Che si tratti di una competizione 比赛 pubblica o di un combattimento 争斗 privato, hanno la condizione di avere regole trasversali riconosciute ufficialmente o tacitamente; più le abilità di pugilato 拳技 si adatteranno a queste regole, più forte sarà la “combattività” in questo tipo di confronti 较量. Tuttavia, esiste anche un tipo di “regola”, che fa eccezione richiedendo solo il supporto dell’energia esteriore del proprio corpo umano, senza essere legati a nessuna regola, che nel senso comune si riferisce a omicidi per vendetta 仇杀 e duelli 决斗, ecc. combattimenti “liberi” 自由搏斗 che sono forme di confronto estremamente violente; la “combattività” dell’arte del pugilato 拳术 in queste forme di confronto sembra essere un tipo di “combattività assoluta” 绝对技击性. In teoria tutte le arti di pugilato 拳术 da cui siamo incantati dovrebbero avere un’elevata “combattività assoluta”, ma in pratica è estremamente difficile confermare e misurare questo tipo di “combattività”. Infatti in questo modo non solo si provoca un grande numero di morti e di feriti, ma probabilmente si fa anche sentire la brutalità, l’orrore e la completa mancanza di “Abilità Tecnica” 技术 al pubblico. Infatti, la “combattività” nella mente del grande pubblico non si riferisce completamente alla letalità dell’arte del pugilato 拳术, ma a soddisfare il bisogno psicologico di un tipo di “prevalere sugli altri grazie al vigore e all’abilità raffinata” 以雄健、精巧的技艺来征服他人. Questa è la giusta via di mezzo 中庸之道 tra l’eleganza 文雅 e la brutalità 粗暴 nel combattimento 格斗. L’eccessiva realizzazione di “eleganza” 文稚, come quella che mostrano il Sanda 散打, i Tuishou 推手 e le dimostrazioni di Taolu 套路表演, difficimente conduce le persone all’entusiasmo; e l’eccessiva realizzazione di “粗暴” come quella che mostravano Xiangbo 相搏 e Juedou 角斗 nell’antichità, difficilmente non causeranno nelle masse un raggelamento interiore.

Huang: la scienza di combattimento 技击 del Wushu che sogniamo è in realtà un tipo di soddisfazione soggettiva, può essere così che gli spettatori e i pugili amatoriali, o tutti gli appassionati delle arti marziali cinesi desiderino trasformarsi in maestri 宗师 e cavalieri 侠士. Sebbene le loro speranze siano scarse, possono, eccetto qualche volta,lamentarsi di non essere in grado di ottenere la “vera trasmissione” 真传 anche se hanno lavorato con perseveranza per tutta la vita. Se la combattività non è una realtà obiettiva, qual è la motivazione per perseguire le arti marziali?

Zhao: riguardo coloro a cui piace guardare le arti marziali, prendono in prestito le azioni degli atleti come propri sostituti per andare a soddisfare il loro desiderio istintivo di bellicosità 好斗; riguardo coloro a cui piace praticare 练习 il Wushu, ciò deriva dalla paura istintiva. Esistono molti tipi di paura, quando si ha paura perché si vede una persona morta e quando si vede una tigre viva non è la stessa cosa, la paura dell’altezza, di parlare in pubblico, ecc. si sente facilmente che sono cose che non hanno nulla in comune. Non si deve pensare che la paura 恐惧 sia solo il comportamento dei codardi e dei ladri e non sia associata a eroi 勇士 e gentiluomini 豪侠, la paura è un istinto di auto difesa 自我保护本能 che tutti gli animali 动物 e gli esseri umani人类, siano essi forti ed in buona salute, devono affrontare in caso di qualunque pericolo. Allora qual é la più grande paura nella vita? La paura dell’ignoto 未知神秘. Prima che arrivi una “situazione terribile” 可怕的情形, per esempio: la morte imminente, criminali evasi, prima di essere nell’arena o sul campo di battaglia, quando ci troviamo di fronte alla scelta, il destino ci pone in equilibrio tra una sorte fortunata o funesta frequentemente la paura raggiunge il suo picco. Anche l’ eroe 好汉 che non ha paura del Cielo e non ha paura della Terra, potrebbe prostrarsi ai piedi dell’edicola sacra degli dei ancestrali 神龛? se egli volesse risposte dalla divinità che sa tutto, si inginocchierebbe? Il giovane che dalla famiglia che è un ambiente conosciuto si trasferisce nella società sconosciuta e misteriosa, ha urgente bisogno di una certa “forza” 力量 per andare a ricaricarsi e per scacciare la paura. Di che tipo di “forza” ha bisogno? Di legge 法律, moralità 道德, religione 宗教, ecc.,tuttavia, la natura originaria dell’essere umano richiede prima il culto del proprio corpo. Incondizionatamente, le persone decidono che i propri pugni e piedi arrivino a servire come armi più affidabili e maneggevoli, perciò ammirare il vincitore del combattimento 搏斗 diventa in modo naturale un talismano 法宝 per calmare l’agitazione (o il battito cardiaco), che potrebbe essere il motivo per avere come obiettivo la combattività 技击性 nel praticare arti marziali.

Talismano di epoca Ming che raffigura un Cielo con gli Otto Trigrammi e i Nove Palazzi

Huang: Non è assurdo questo tipo di motivazione dell uomo? Il talismano 法宝 vincente nelle competizioni per quanto riguarda l’umanità moderna ha da tempo lasciato il posto alle armi da fuoco [枪炮 pistole e cannoni] e alle bombe atomiche, in questo contesto la via di uscita del Wushu non sarà passare dalla “combattività” alla “maestria artistica” 艺术美, attraverso l’allenamento del “movimento” 动 e del “vigore” 劲 del corpo umano e assieme al portare le persone a godersi la pratica e la fantasticheria della bellezza?

Zhao: Si può anche dire che il valore delle arti marziali oggi è essere in grado di realizzare il senso estetico 美感 delle persone. Ma questo tipo di bellezza non è così semplice come pensiamo di solito: immagina un giovane pieno di vitalità per il quale scrivere poesie e studiare scienze sono piaceri, e un altro per cui attaccare gli altri 攻击 e provarci con il sesso opposto possono essere piaceri. Sia l’imprenditorialità che il commettere crimini derivano dalla ricerca fisiologica inconscia della sensazione della felicità 快乐 da parte delle persone e tutti i tipi di persone e di animali, non importa se hanno differenti sensazioni di piacere, attraversando un lungo periodo di tempo di caos sociale, gradualmente dall’esperienza empirica viene fuori una linea, ancora in accordo con i requisiti dell’epoca che scolpisce trasformando lo stile del piacere umano della nostra vita [c’è una sorta di idea eugenetica, per cui l’umanità migliora e si raffina attraverso le difficoltà]. In questo modo i desideri primari facilmente attraverso una metamorfosi si trasformano in senso estetico 美感 di alto livello. La bellezza 美 del Wushu è simile al riconoscimento della bellezza maschile in un certo tipo di comunità. Può far sentire coloro che si sono separati dai genitori che possono continuare a essere protetti e favoriti da una certo tipo di forza potente 大势力. Pertanto, nel Wushu l’ “estetica artistica” “艺术美”di queste sensazioni che cambiano a seconda delle circostanze e che variano da persona a persona sono ugualmente basate sulla “combattività” che deve essere integrata e sempre presente. I Taolu 套路 possono solo essere considerati dei parassiti della abilità tecnica di colpire 技击, se astratti dal contesto, immediatamente possono trovare altri ambiti in cui sopravvivere, per esempio, attaccarsi alla danza 舞蹈, diventando una sorta di danza che imita il combattimento 格斗 e racconti 故事 di combattimento 格斗. Naturalmente, può anche diventare ginnastica similmente alle arti marziali accademiche 学院武术, acrobazie 杂技 similmente alle abilità incredibili 绝技 dei templi dell’antichità 古寺, magia 魔术 similmente alle arti marziali qigong 气功, religione 宗教 similmente alle scuole di pugilato popolare 民间拳派.

Huang: in questo modo, è un errore lo sviluppo in due direzioni del wushu verso i Taolu 套路 e verso l’Abilità tecnica nel colpire 技击.

Ye Gong ama i Draghi

Zhao: Anche se fossimo in grado di separare i Taolu 套路 e l’Abilità tecnica nel colpire 技击, al momento essi sono già separati? Perché il mondo del Wushu pensa sempre di ingannare gli studenti principianti, permettendogli di pensare che la pratica dei Taolu 套路 è la base per l’Abilità tecnica nel colpire 技击 futura? Gli scambi di colpi 对打 prestabiliti e le spinte a contatto 推揉 sono modelli di Abilità tecnica nel colpire? E le mosse strane con caratteristiche misteriose, combattere con una persona a trenta metri di distanza sono obiettivi dell’Abilità tecnica nel colpire? Nel Wushu, Taolu e Abilità tecnica nel colpire hanno sempre avuto un rapporto oscuro, esse spesso in base alle esigenze dell’insegnante di pugilato 拳师 si avvicinano o si allontanano. Sebbene gli esperti di Abilità tecnica nel colpire disprezzino i Taolu, tuttavia spesso usano i Taolu la monotonia dell’Abilità tecnica nel colpire; Sebbene gli esperti di Taolu assomigliano a Ye Gong 叶公 nel non vedere in questo caso mai il “vero drago” 真龙 [questa parte si riferisce ad una frase idiomatica “Ye Gong ama i draghi” 叶公好龙. Ye Gong era una persona che amava così tanto i draghi che li disegnava e li scolpiva dappertutto, così il vero drago 真龙 decise di recarsi a casa sua per incontrarlo. Quando Ye Gong lo incontrò scappo via terrorizzato. In altre parole Daoxin con questo esempio ci sta dicendo che gli esperti di Taolu disegnano copie dell’Abilità tecnica del colpire, ma non hanno mai incontrato la vera Abilità Tecnica del Colpire], tuttavia frequentemente usano l’Abilità tecnica nel colpire per farsi belli. Va bene, si sta facendo tardi, riprendiamo la discussione domani?

Huang: ti domanderò di mettere l’accento sui contenuti delle arti marziali cinesi.

Primo Giorno – Prima Parte

Primo Giorno – Seconda Parte

Primo Giorno – Terza Parte

Secondo Giorno – Prima Parte

Terza Giornata – Prima Parte

Intervista a Zhao Daoxin – Terzo Giorno (Seconda Parte)

Intervista a Zhao Daoxin – Secondo Giorno (Prima Parte)

1985, Xu Xiaolong di Shanghai combatte con un praticante di Boxe Tailandese di Hong Kong durante un incontro inter stile (Muaitai-Sanda) che si è tenuto per la prima volta a Hong Kong

Intervista a Zhao Daoxin 赵道新, dal titolo Dialogo sui due grandi sistemi di Wushu 关于两大武术体系的对话, per questo scritto ho utilizzato la traduzione “Une “sanglante dissection” des arts martiaux chinois,” (Una dissezione sanguinaria delle arti marziali cinesi) par Laurent Chircop-Reyes,in Les chroniques du wulin, 08/11/2015, e naturalmente il testo in cinese. L’intervistatore è Huang Jishou 黄积涛. Note del traduttore in corsivo e tra parentesi quadre.

[più mi addentro nella lettura di questa intervista, più penso che Zhao faccia dei discorsi a volte troppo generalizzati. Penso che la maniera corretta di approcciare questi discorsi sia di prenderli come spunti di riflessione, con cui a volte si può non essere d’accordo (del tutto o in parte), piuttosto che come delle verità assolute, nello spirito critico che lui stesso segnala che si dovrebbe utilizzare. Dal punto di vista della traduzione ho trovato difficile rendere in maniera completamente differente i concetti di Gedou 格斗 e di Jiji 技击, che possono entrambi essere riferiti al combattimento con sfumature diverse; infatti per me Gedou può riferirsi all’auto-difesa e alle tecniche militari e di polizia, mentre Jiji è più usato come maestria del colpire o tecnica-scienza del combattimento]

Nel film Fearless, Huo Yuanjia (interpretato da Jet Li) con tecniche tuttaltro che credibili batte il forzuto O’Brian

Huang: Ieri sembravi scuotere le credenze fondamentali delle arti marziali cinesi nel corso dei secoli, ma secondo me, anche se le arti marziali 中国武功 non sono alla fine così gloriose come le persone vorremmo che fossero, non importa, perchè noi giovani, dal profondo dell’anima abbiamo un amore incorrotto per il wushu che è la cosa essenziale richiesta , parlando in modo grossolano, infatti queste abilità possono essere usate per studiare come “picchiare” 打人 e quindi essere usate per acquisire capacità fisiche con cui allenarsi al combattimento 格斗 e combattere gli altri cosa che è dimenticato nella “Tecnica Combattiva” 技击性 dell’arte di pugilato, questo è tutto.

Zhao, è vero, tu non sei come gli altri maestri 拳师 che ipocritamente classificano il “picchiare” 打人 come qualcosa di superficiale e un comportamento sbagliato, dall’altra parte parlano in maniera altisonante di come deve essere la tecnica di combattimento del Wushu e di come deve essere la filosofia del Grande Dao [oggi sono in molti a parlare di Wudao 武道, cosa su cui ho già espresso critiche in altri miei scritti]. Supponiamo una scuola di pugilato contenga decine di metodi di allenamento 功法 e decine di taolu 套路 [qualcuno userebbe il termine “forme”, sequenze, routine], definendosi la più profonda al mondo 天下最深奥, la più devastante 最厉害 e di essere quella che ha più cose da dire a oriente ed occidente, ma comunque non ha fatto sviluppare nessuna persona di talento, con i discepoli che non hanno il minimo dubbio su ciò che studiano e sono felici di abbracciare per tutta la vita il vanto e l’illusione di allenare il pugilato, posso chiederti: cosa ne pensi di questa scuola di pugilato?

[per me questa è una considerazione che descrive bene una realtà che conosco, realtà di molte scuole dove l’obiettivo diventa imparare sequenze su sequenze, senza un ottica di progressione didattica marziale. A me piace molto l’esempio del calcio, perché è una realtà che per me simula uno scontro sul campo di battaglia (tra due gruppi contendenti) in cui si uniscono le regole del gioco (un campo delimitato, regole di ingaggio, un arbitro, ecc.) e la possibilità di muoversi liberamente all’interno di esse per raggiungere l’obiettivo di vincere.]

Allenamento di fronte all’ingresso del tempio Shaolin

Huang: io penso che naturalmente che siano una fregatura!

Zhao: ma non pensi che all’interno della arti marziali cinesi attuali si nascondano no un po’ troppi imbrogli? Certi conservano delle vecchie illusioni da arti magiche 异术 trasmesse dagli immortali 仙传 e altre tecniche segrete 秘技 praticate nei templi antichi 古庙, altri si divertono con le ultime pratiche scientifiche 现代科学 alla moda o con nuovi giochetti, come le calligrafie, le fotografie ed altre cose ereditate da personaggi famosi. [ed anche qui riconosco molti esempi pratici di cui sono stato testimone ed anche protagonista]

rappresentazione fumettistica di una tecnica di Xinyiquan

Huang: lasciamo quindi stare questi grandi maestri ciarlatani [esattamente Huang dice che “vendono rimedi medicinali per la pelle dei cani 卖狗皮膏药“], Siamo soddisfatti che le “arti marziali cinesi posseggono combattività tecnica molto potente” 中国的武术具有很强的技击性, cosa di cui siamo fermamente convinti, i nostri antenati ci hanno tramandato la maestria 技艺 migliore al mondo.

Zhao: Aspetta un momento, io non oso parlare di questioni storiche. Solamente negli ultimi decenni c’è stata la più grande truffa nelle arti marziali cinesi, che credo sia il cosiddetto “avere la tecnica combattiva” 有技击性. Non so davvero quanti giovani ne sono stati sedotti, si sono smarriti e non riescono a districarsene.

Immagine che è a corredo di un articolo che parla di tecnica di combattimento del Taijiquan

Huang: se non ho capito male, stai dicendo che il gongfu cinese 中国功夫 mancano della combattività fin dalle fondamenta!

Zhao: non è nemmeno così assoluto, alcune tecniche 技法 contengono ancora combattività 技击性 di alto livello e un grande potenziale di combattività. Ma si può affermare che le arti marziali cinesi odierne nel loro insieme sono estremamente carenti nelle abilità di combattimento. Così come dal punto di vista strategico del combattimento 格斗 del mondo intero, si può affermare che il potere competitivo delle tecniche per picchiare 技击 è andato perduto.

Huang: è veramente difficile da accettare. Iniziamo a dare un occhiata alle gare dimostrative di Wushu 武术表演赛,ciò che si studia nel sistema di Wushu degli istituti di Educazione Fisica 体育学院, ciò che è praticato dalle squadre di Wushu professionali 专业 o amatoriali 业余, le competizioni di Scambio di Wushu 武术观摩表演, le dimostrazioni radio televisive di combattimento 武打, tutti questi tipi di gongfu cinese sono “pugilati fioriti e gambe ricamate” 花拳绣腿?

Zhao: può essere che non ci sia nessuno che osi o sia disposto a dichiarare pubblicamente: gli istituti di arti marziali sono “strumenti del formalismo estetico” 花架子, tuttavia, questi maestri 武师 tradizionali dell’ “ortodossia” 正宗 non sanno nemmeno che cos’è la “combattività” 技击性; anche coloro che praticano le arti di pugilato tradizionale nelle squadre di wushu fanno fatica ad evitare di essere ridicolizzati in qualità di “Changquan che che indossano vestiti del pugilato tradizionale” 披着传统拳术外衣的长拳.

Vestito 衣服 o costume 服装 per la pratica del Wushu

Huang: gli istituti di arti marziali 学院武术 hanno usato i taolu 套路 come cosa più importante, tuttavia, la pratica dei taolu può ugualmente aumentare le qualità atletiche di molte parti del corpo 身体 , quindi indirettamente portare al rafforzamento delle capacità combattive. Allo stesso tempo, i movimenti dei taolu prendono origine dall’imitazione del combattimento 格斗, e quando sarai veramente abile nella pratica delle sequenze individuali 单练 e in coppia 对练, allora ci sarà l’applicazione pratica 实用 delle mosse per “demolire liberamente” 拆散 [un modo per dire Combattimento Libero], non è la stessa cosa che maneggiare il combattimento? Quindi non si può dire che i taolu degli istituti di Wushu manchi di combattività.

Zhao: se si dice che tutti i metodi di allenamento 锻炼 che possono migliorare la qualità atletica contengono combattività 技击性, allora anche la maggior parte degli sport come basket, nuoto e alpinismo dovrebbero essere tutti considerati come abilità combattive. Io penso che si possa chiamare allenamento di arti marziali solo se sia completamente mirato alle esigenze del combattimento 格斗 e sviluppi in modo speciale quelle qualità 素质 e tecniche 技术 che sono direttamente dedicate al combattimento, abilità che meritano di essere chiamate allenamento del combattimento 技击训练. Ora i taolu assieme a certi esercizi 功法 e tecniche di colpi 打法 non rientrano per nulla in questi parametri. Quanto alle “mosse che demoliscono”, anche detto mani che Demoliscono 拆手, “combattimento libero” 散手, sono solo e niente più che pretesti e scuse per colori che sono famigliari ai Taolu e alle illusioni, ciò che presso maestri e discepoli sarà “parlare con le mani” 说手, tra confratelli “saluto con le mani” 喂手, correligionari “ascoltare la jin” 听劲, e altre situazioni amichevoli in cui possono essere utilizzate, può in breve tempo andare incontro alla lotta che si chiude tranquillamente con la vita o la morte o con la gloria o il disonore, allo stesso modo in cui seguire i Taolu di un manuale degli scacchi di un nobile che irradia potere e vitalit non è sufficiente a resistere una partita che dura più di dieci ore, quando divampa uno scontro brutale, chi potrà demolire liberamente 拆散 e maneggiare le mosse dalla “collana di perle” 串珠 nei taolu, scegliendo quella più adatta? In realtà, combattimento reale 实搏 e sequenze di allenamento in coppia 套路对练 utilizzano due tipi di terminazioni nervose 神经 completamenti differenti [non sono convinto di aver ben tradotto questo punto. Nel caso in cui la traduzione fosse corretta ci sarebbe da chiedersi quali conoscenze neurologiche avesse Zhao Daoxin per fare tale affermazione], il rafforzamento di un tipo di terminazione nervosa non è in grado di spingere il miglioramento di un altra terminazione nervosa. Inoltre, qual è l’effetto di collegare tra loro da dieci a cento mosse 招式, ed oltre, ogni giorno. [discorso molto interessante, che porta agli studiosi di scienze motorie un bel quesito pratico]

Allenamento in coppia di Bu Xuekuan con un altro praticante di Xingyiquan

Huang: senza dubbi, la quintessenza 精华 della tecnica di combattimento 技击 delle arti marziali cinesi è nel popolo, nelle arti di pugilato tradizionali. Al momento, numerosi eminenti del wushu popolare urlano forte di “prestare attenzione alla tecnica di combattimento” 重视技击 e di “prestare attenzione a dissotterrare le tradizioni” 重视挖掘传统, cioè richiedono di rivitalizzare nuovamente la maestosa tecnica di combattimento del wushu.

immagini di scontri nel 1967 durante la rivoluzione culturale, non si può dire che mancasse lo spirito combattivo

Zhao: dall’inizio alla fine della Rivoluzione Culturale 文化大革命, si usò principalmente il Changquan 长拳 degli Istituti di Wushu allo scopo di distruggere il vecchio per promuovere il nuovo che era l’azione rivoluzionaria imposta dal governo, mentre le altre arti di pugilato furono soppresse con modalità medievali. Se come noi le persone parlavano di tecnica di combattimento 技击, diventavano “istigatori alla sovversione dell’ordine sociale” 扰乱社会治安的教唆犯. Successivamente, a causa dell’allentamento del divieto, i vecchi maestri di pugilato hanno iniziato a lamentarsi della tecnica di combattimento. Sembra che anche le istituzioni accademiche abbiano messo da parte le loro sovrastrutture, non vergognandosi di andare dalla gente per dissotterrare qualcosa, ma i loro “scavi” 挖 a cosa hanno portato? Cadaveri che sono stati “divinizzati” 神化, manoscritti 手抄本 ammuffiti, carte ingiallite senza senso e uomini mediocri che sfruttano la loro anzianità. Di conseguenza, si è data veramente importanza alla tecnica di combattimento 技击 e l’abbiamo veramente migliorata? Non nego che esistano fattori come il timore dei ricercatori di tirare fuori nuovi talenti che possano mettere a rischio il loro status, ma ritengo che il motivo principale della situazione sia che questi “cercatori d’oro” che vengono nei territori tradizionali del Wushu possono vedere solo i resti dei sontuosi palazzi e terra bruciata.

Pagine del Quanjing Quanfa Beiyao 拳经拳法备要

[devo convenire con Zhao che la passione che ho per la ricerca storica e culturale dello stile che pratico non ha quasi nulla a che vedere con la tecnica di combattimento, se non l’idea di poter capire meglio alcuni aspetti della pratica, non in una semplice ottica degli obiettivi odierni, ma di una migliore comprensione degli scopi del passato, che sono relativi al contesto socio culturale di un altra epoca. Come ho già avuto modo di dire in altre occasioni, facendo l’esempio della pratica delle armi, nessuno penserebbe di andare in giro con una sciabola, oppure si può giustificare la pratica dell’alabarda più per la sua funzione negli esami imperiali che per un utilità concreta. Ma lo stesso possiamo dirlo del calcio, del basket e di ogni altra disciplina che non ha un utilità pratica. D’altronde il problema è che anche Zhao non riesce a trasmettere bene quali siano gli obiettivi attuali che può prefiggersi un arte marziale, oscillando tra esempi di pratiche sportive e l’idea che bisognerebbe favorire e sviluppare un istinto combattivo insito nella natura umana. Anche questa seconda idea nella nostra realtà attuale si declina in auto difesa o preparazione a situazioni militari o para militari, preparazione di vigilantes, non vedo mentre scrivo altre possibili applicazioni. Seguendo invece l’idea sportiva, quale sarebbe la codificazione della tecnica combattiva, quella che si limita allo scontro tra due avversari? Quella che prevede lo scontro armato? Quella che prevede lo scontro tra gruppi di avversari? Questa è la difficoltà di codificare e imbrigliare in regolamenti sportivi una situazione complessa come quella del Wushu. Inoltre a quale scopo? Per fare sì che i praticanti diventino ricchi e famosi (seguendo così un codice morale più consono ai nostri tempi) oppure perché vincano delle medaglie o dei trofei da appendere sulle pareti?]

Shang Zhenshan 尚振山, Hu Fengshan 胡凤山, Zhao Daoxin 赵道新 e Zhang Dianqing 章殿卿 durante l’Incontro Plenario ricreativo di Arti Marziali di Hangzhou 杭州国术游艺大会 nel 1929

Huang: Anche i pugilati tradizionali mancano di tecnica del combattimento?

Zhao: i pugilati tradizionali incolpano gli istituti di essere degli “strumenti del formalismo estetico” 花架于, ma non significa tuttavia che possano definirsi “vero gongfu” 真功夫. In effetti, gli istituti di Wushu schivano la tecnica di combattimento [in realtà all’epoca era già ben sviluppato il Sanda, di cui mi sembra che Zhao dimentichi di fare menzione], le arti di pugilato tradizionali perseguono la tecnica di combattimento, ma il perseguire senza senso non implica possederla. Affermare di “prestare attenzione alla tecnica di combattimento tradizionale”重视传统技击 è dare importanza a se stessi. Oggi sia i pugilati tradizionali che gli istituti di wushu allo stesso modo usano principalmente i Taolu 套路, a cui si mescolano dei Taolu di nuova creazione che si fanno passare per pugilati antichi. Ora riguardo ai metodi di colpire 打法, si dice che nelle abilità tecniche di attacco e di difesa 攻防技术 si sono mescolate una grande quantità di movimenti simbolici e movimenti rituali delle singole scuole. Questi movimenti non hanno nulla a che vedere con la tecnica di combattimento. Visti come metodi di allenamento 功法, si sono mantenuti solo degli esercizi molto primitivi e inefficaci, che piuttosto che parlare di essere utili per incrementare la forza utilizzabile nel combattimento 格斗, sarebbe meglio parlare di preghiere 祈祷, pratiche ascetiche 苦行 e di affilare e affinare la concentrazione 磨炼耐心. Adesso, non sono in grado di dire chiaramente quante decine di migliaia di cinesi stanno praticando diligentemente i pugilati tradizionali, così come non mi posso spingere a dire che qualcuno tra essi non oserà fare un passo avanti per sfidare i circoli mondiali di pugilato proclamandosi campione del mondo. Supponendo che noi non ammettiamo che le caratteristiche congenite della nostra razza sono inutili, in questo caso non si può non ammettere che il pugiltao tradizionale popolare che noi consideriamo un onore dal punto di vista della tecnica di combattimento ha realizzato progressi lentamente [Zhao utilizza l’immagine di un Vecchio Bue che tira una carretta sgangherata 老牛破车] ed è pieno di difetti e problemi [qui addirittura la descrizione è di tipo medico 干疮百孔].

Cai Longyun nel 1946 a Shanghai batte un pugile

Huang: ma quando questi pugili stranieri, questi uomini forzuti 大力士 e altri avventurieri vennero in Cina a lanciare delle sfide 叫阵, i grandi maestri 大师 dell’Arte Nazionale 国术 delle vecchie generazioni utilizzarono i metodi di pugilato tradizionali 拳法 per sconfiggere gli stranieri, dando grande stimolo al prestigio nazionale e al prestigio del pugilato, in caso non avessero avuto combattività come ne sarebbero stati in grado?

Zhao: Dal momento che ci sono state così tante magnificenti imprese di sconfitte di stranieri, come mai sentiamo solo ciò che racconta la campana dei vincitori, ma non vediamo testimonianze dalla parte dei perdenti? [È un dubbio che sorge riguardo a Huo Yuanjia, ma si può dire lo stesso dell’incontro vinto da Cai Longyun? È chiaro che è difficile stabilire oggi il livello dei loro sfidanti conoscendo anche il livello di narrazione agiografica degli ambienti di wushu. Purtroppo Zhao si mantiene sempre ad un livello di generalizzazione, senza entrare negli esempi concreti, che permetterebbero un confronto reale. Mi sento di dire, che pur facendo molti discorsi corretti e che dipingono bene una realtà concreta, il suo ragionamento risente di un problema di generalizzazione. Oltre a questo si può affermare che il livello tecnico delle discipline sportive, comprese quelle da combattimento, era molto basso rispetto ad oggi sia all’estero che in Cina. D’altronde Bruce Lee ebbe gioco facile ad ammaliare, negli anni settanta, gli ambienti del kempo, ma non mi sembra che abbia potuto fare lo stesso con quelli del pugilato. Ciò indica che in alcuni ambiti le arti marziali mondiali erano ancora ad un livello paragonabile se non inferiore a quello cinese.] Può darsi che anche nei paesi stranieri sia tabù menzionare le loro sconfitte. Allo stesso modo, i Cinesi hanno o non hanno anche loro difficoltà a parlare delle molte “umilianti” sconfitte da parte degli stranieri? Pertanto, il rapporto tra vittorie e sconfitte tra competizioni cinesi e straniere per decenni non è ancora chiaro. Inoltre, se si dicesse che Wu Song 武松 abbia colpito uccidendolo solo un gatto sulla collina di Jingyang 景阳, avrebbe potuto non diventare un eroe eterno, e quindi gli stranieri che hanno incontrato i nostri pugili di che livello erano? Il mio maestro [penso si riferisca a Zhang Zaodong, ma il personaggio che sconfisse il russo Kangtaier 康泰尔 era stato Han Muxia] ha incontrato un “Forzuto” 大力士 russo e io stesso ho incontrato un “pugile” 拳击家 danese. Inoltre certi miei confratelli hanno anche incontrato varie specie di avventurieri. In effetti, i nostri avversari sono stati sconfitti con un colpo,fondamentalmente non avevano l’aspetto di combattimenti veri. I pugilati tradizionali cinesi non hanno incontrato “vere tigri” 真老虎. A quel tempo, nonostante si diventasse famosi dopo aver sconfitto gli stranieri, i veri avversari erano ancora i connazionali. Nelle “arene (o ring) in cui si rischiava la vita” 拼命擂台 [strana definizione, perché in realtà dai regolamenti stessi delle competizioni che cita, si evince che si cercava il più possibile di evitare ferite e colpi mortali, tra l’altro la vita e le ferite a quell’epoca le rischiavi anche negli incontri di pugilato occidentale] di Hangzhou e Shanghai [si riferisce alle competizioni nazionali del 1929 e del 1929-1930], nessuno straniero ha osato [Anche qui, non hanno osato, o non gli è stata data la possibilità. Di sicuro la competizione del 1928, che però aveva il carattere di esame nazionale, prevedeva l’invito ad iscriversi solo a praticanti cinesi]iscriversi alla competizione, ma quegli insegnanti che praticavano il pugilato tradizionale ortodosso, non importa se erano persone ordinarie senza i principi di eminenti monaci o immortali taoisti, o santi marziali tuttavia attorniati da molti attendenti, potevano avere la testa rotta o avere perso il coraggio. Sebbene i vincitori nel momento in cui riportavano a quali famiglie appartenevano risultassero tutti provenienti da numerose scuole di pugilato tradizionali, essi senza alcuna eccezione oltre all’arte di pugilato tradizionale “trattata come la via preferita” 另吃小灶, segretamente intrapresero un proprio peculiare allenamento al combattimento 格斗. [anche questo discorso senza esemplificazioni pratiche è una generalizzazione ed è poco comprensibile. Avrebbe potuto portare il proprio esempio personale e dirci in cosa consisteva il suo allenamento tradizionale ed in cosa il suo nuovo allenamento acquisito].

Primo Giorno – Prima Parte

Primo Giorno – Seconda Parte

Primo Giorno – Terza Parte

Secondo Giorno – Seconda parte

Terza Giornata – Prima Parte

Intervista a Zhao Daoxin – Terzo Giorno (Seconda Parte)

Intervista a Zhao Daoxin – prima giornata (terza parte)

Soldati giapponesi membri delle Otto Nazioni Alleate stanno per giustiziare un membro dei cosiddetti Boxer

Huang: Quindi, le arti marziali cinesi 中华武术 non sono così “profonde” 精深, giusto?

Zhao : no, sia il Wushu e che la Medicina Tradizionale Cinese utilizzano filosofie di epoca pre Qin (221-207 a.C.), questi principi filosofici del misticismo orientale producono illuminazioni inimmaginabili a proposito sia della natura 自然 che della vita umana 人生, che non posso dire non essere profonde. Tuttavia, dall’antichità ai giorni nostri, la capacità culturale media, la qualità e il livello delle persone che hanno praticato la boxe hanno superato quello della gente comune? Se non è così, come può essere compreso e tramandato per lungo tempo un patrimonio culturale 文化遗产 così “profondo”? Nel corso di duemila anni, gli insegnamenti confuciani 儒学 tra le persone comuni si sono evoluti in preghiere confuciane 儒救; come è possibile garantire che la “profondità” delle arti marziali nelle mani dei guerrieri 武夫 non sia volgarizzata 庸俗化? In più,come possono le teorie pugilistiche della profondità del Wushu nei circoli pugilistici cinesi essere riunite e realizzate? Da una parte una persona abile nel combattimento 斗拳老手 che è ignorante, dall’altra un esperto nello studio marziale 武学专家, cosa pensi di ognuno di loro? Senza dubbio il primo è un maestro, il secondo è un ruffiano 牙婆. Ricordo che un tempo, eccellenti atleti dell’Unione Sovietica, un potente paese sportivo, dovevano avere sempre con loro studiosi della meccanica del corpo umano 力学家, studiosi di biologia 生物学家, nutrizionisti 营养学家 ed altri esperti che venivano a guidarli. [questo è sicuramente un punto interessante, che però presenta anch’esso dei lati oscuri, pensiamo solo al fenomeno del doping che certi “esperti” hanno portato nelle più disparate discipline, soprattutto quelle olimpiche o quelle più remunerative; io auspico da sempre un serio confronto con le Scienze Motorie, non per sostituire le conoscenze delle scuole di arti marziali, ma per tradurle e migliorarle]. Ma i nostri guerrieri 勇士 amano dichiarare tirando pugni : “si può picchiare qualcuno senza comprendere nulla dei principi di pugilato”. C’è solo una ragione: le parole e le frasi, simboli delle nostre arti marziali, provengono dalla filosofia antica orientale e da rami di studi di fisica elementari tanto “perfettamente esplorate” da essere fuori dal mondo. Questo è un aspetto che fa sentire le persone profonde, consumando l’energia di tutta una vita se non per farsi pubblicità, ma solo a condizione di essere al riparo della violenza di pugni e piedi sono in grado di parlare liberamente.

Volantino anti cristiano dei Boxer

Huang: i tuoi discorsi sono troppo estremi ed è possibile che siano un po’ troppo unilaterali. Io non so se ciò proviene da delusione, o da disprezzo per le arti marziali cinesi o stai facendo della psicologia inversa? Noi dovremmo trattare delle arti marziali cinesi in accordo con vari aspetti della società umana nel suo complesso procedendo a una ricerca analitica, e non solamente a a disegnare i pochi lati oscuri delle cose che scegliamo.

Zhao: per essere precisi, ciò deriva dal mio amore ardente per le arti marziali cinesi. Scusami, posso domandare se non è forse possibile per qualcuno amare il Wushu senza doverlo approvare interamente? Un medico che diagnostica la gravità di una malattia non lo fa per amore del suo paziente?

Pagina di un libro di incantesimi di epoca Qing

Huang: ciò dipende se la malattia contratta dal paziente è curabile o no.

Zhao: è possibile che le arti marziali 中华武术 attuali abbiano già contratto una malattia incurabile? Che non ci sia speranza di guarigione? Eppure, perché è così tabù sentire parlare delle proprie debolezze e cause delle malattie? Perché avere tanta paura di togliersi la maschera? Ci sono almeno due maniere di manifestare il proprio amore 爱. La prima è manifestando lealtà e obbedienza 忠顺, modestia 自谦, la considerazione 体谅 nei confronti dei genitori父母. Il secondo è, tramite l’educazione, guidare i propri figli 儿女 alla rettitudine e alla sincerità 直率 e inculcargli l’apertura del cuore e della mente 剖心. La chiave è: consideri le arti marziali come un genitore e un idolo, o le usi come uno strumento per migliorare alcune capacità del corpo umano 人体? Oggigiorno, le arti marziali cinesi 中华武术 hanno bisogno di lusinghe o di critiche? Supponiamo che abbiano bisogno di entrambi, io penso di avere ascoltato abbastanza “formule augurali” 拜年用语. Per ragioni di completezza, anchessi dovrebbero ascoltare dei discorsi estremisti e di parte per la prima volta.

Esecuzione di un capo Boxer

Huang: tuttavia, ci sono moltissimi personaggi appartenenti ai circoli del Wushu (Wulin 武林) avrebbero molti problemi ad accettare e supportare la tua maniera bizzarra di manifestare l’amore che hai per il pugilato, essi non comprenderebbero perché “in quanto Cinese tu lanci dei discorsi ingiuriosi riguardo il Wushu” 作为中国人还骂中国拳术, essi penseranno che tu sia un eccentrico, un ribelle o un maniaco pericoloso. Alcuni potrebbero anche spingersi persino a pensare che tu cerchi guai.

Zhao: bene, può essere anche che il più grande difetto dei Wulin sia di non ammettere i propri difetti, una disputa accademica molto velocemente si trasformerebbe in una sorta di attacco e persecuzione personale. Ma un esperto di pugilato oppure atleti eccellenti di altre discipline sportive dopo aver subito una sconfitta in una competizione nazionale o internazionale, possono in direzione dei rimproveri degli spettatori, dei critici o degli allenatori un altro sport sfidarli o contestarli. No, solo coloro che sono devotamente incivili possono usare l’insano comportamento di sradicare coloro che hanno un altra religione. Malgrado che queste organizzazioni invisibili e funeste che errano sul territorio cinese da tanto tempo non siano così imponenti come la curia Romana del Medioevo, ho paura tuttavia che certi maestri di pugilato ed altri personaggi, la cui professione è in relazione con l’arte marziale, non esiteranno a riaccendere, nei circoli di wushu, la fiamma che bruciò vivo, 1600 anni or sono , Giordano Bruno sul Campo dei Fiori in Italia. Tutto ciò mette in luce un fatto, di fronte ai nostri occhi, la parte principale delle arti marziali cinesi si è già separata dalla maestria nel combattimento 技击术, dall’arte 艺术, dalla filosofia 哲学, preservando solo le credenze, diventando religione 宗教.

Boxer decapitati

Huang: è vero che il sistema organizzativo delle arti pugilistiche tradizionali è settario, ma non è per nulla una religione. Dopo tutto, ciò differisce da Buddhismo 佛教, Taoismo 道教, Confucianesimo 儒教, ed anche Cristianesimo, Islam o Cristianesimo Ortodosso.

Zhao: dopotutto, anche tutte queste vecchie religioni che tu hai citato non hanno più niente a che vedere con quelle moderne. La peculiarità delle religioni moderne 近代宗教, è che esse tendono ad una miniaturizzazione 小型化 [termine legato alla tecnologia]. Dalla dinastia Qing, delle piccole sette come la dottrina Loro Bianco (Bailianjiao 自莲教), la dottrina degli Otto Trigrammi 八卦教, la dottrina del palo di incenso (Yizhuangxiangjiao 一柱香教), la società del principio celeste (Tianlihui 天理会) o la Via dell’Unità (Yiguandao 一贯道) i Pugili Uniti nella Giustizia 义和拳, ecc. ecc. sono sorte come germogli di Bamboo dopo la pioggia [雨后春笋, si potrebbe dire “spuntate come funghi”]. Contemporaneamente, è stato allo stesso modo un periodo di divisione in fazioni del Wushu e l’apice della sua “miniaturizzazione” [sinonimo di rimpicciolimento, che però a me richiama il concetto di semplificazione]. La religione moderna possiede questa altra caratteristica di non prendere più, come facevano le religioni del passato, idee della mitologia 神话, della storia 历史 e della filosofia 哲学 per farne dei libri canonici 经典, ma di usare l’uomo o una personificazione del divino per farne un idolo. Le religioni moderne adorano i misteri della natura invisibile, amano combinarli e unirli con determinate abilità pratiche 实用的技艺. In questo modo, certe credenze e le arti di combattimento 格斗术 combinate danno forma a pugilati multiformi; certe credenze e le tecniche di conservazione della salute 养生术 danno forma al qigong. Ugualmente, le arti marziali che sono state sostituite da pistole e cannoni come protagoniste nei campi di battaglia, non sono ancora completamente trasformate per dare sfogo al vuoto delle competizioni sportive relativamente ad una certa specie di emozioni dell’essere umano in un periodo di confusione che sostiene anche estremamente la necessità delle credenze. Come dato di fatto, gli studiosi non devono più preoccuparsi di rompersi la testa su “come può una terra pura buddista come il tempio Shaolin aver dato vita alla tecnica di pugilato di uccidere a mani nude” 像少林寺这样的佛门净土怎么会孕育出徒手杀生的拳术. La dottrina degli Otto Trigrammi di Lin Qing 林清 che ha insanguinato con le lame la Città proibita, è semplicemente il prodotto dell’unione del libro “Cinque Donne Tramandano il Dao” [五女传道, un articolo sul baguajiao racconta: secondo documenti d’archivio, durante il periodo di Shunzhi, Liu Zuochen della contea di Shanxian in Shandong apprese dall’eunuco Wei Ziyi 魏子义, cambiò il proprio nome in Liu Fengtian e fondò la Wuhundao 五荤道 anche detta Shouyuanjiao. “In modo arbitrario creò il libro demoniaco Cinque Donne che Predicano il Dao, e divise i seguaci in Otto Trigrammi (in 戚学标《鹤泉文钞》卷下,《纪妖寇王伦始末》).] e del Meihuaquan 梅花拳.

[Questa affermazione è superficiale e poco congrua alla realtà della rivolta Bagua. Gli stili coinvolti nella rivolta furono i più disparati. Il Meihuaquan rimase coinvolto perché Feng Keshan, uno dei capi della rivolta (ma con minor peso rispetto agli altri due), era un praticante di Meihuaquan. Si può quindi asserire che la rivolta fu il frutto dell’Unione di svariate sette religiose al cui interno esistevano sezioni militari che praticavano stili come il Liutangquan, il Baguaquan, il Meihuaquan, il Dahongquan, solo per citarne alcuni che sono riscontrabili nei documenti ufficiali. Inoltre il caso del Meihuaquan è molto particolare perché è l’unico stile di arti marziali che per taluni è anche una setta religiosa].

Riunione degli allievi di Zhao Daoxin per commemorare i 110 anni dalla nascita

I Boxer (Yihetuan 义和团, per l’esattezza Gruppi di Autodifesa Uniti per la Giustizia) , imperversarono nel Nord della Cina 华北, allo stesso modo si appoggiavano su amuleti 神符 e sull’arte del pugilato 拳术 che uniti strettamente davano vita allo “Shenquan” 神拳 (pugilato divino) per radunare le folle. inoltre quale scuola di pugilato tradizionale non ha i propri idoli 偶像, le proprie cerimonie 仪式 e le proprie regole religiose 清规戒律?

[Zhao sta riaffermando il concetto che le arti marziali quando si fossilizzano in rituali ed atteggiamenti esteriori non legati alla scienza del combattimento, ancorché il credere di aver acquisito delle competenze nel combattimento tramite dei metodi segreti che agiscono in maniera misteriosa, hanno in tutto e per tutto le stesse caratteristiche di quelle di una setta, anche se non sono esplicitamente tali. Sempre perché tutto può diventare dogma o credenza. Ho sentito gente che accusa altri marzialisti di appartenere a delle sette, gente che appartiene a scuole che danno più importanza alle formalità che hai contenuti, che appartiene a scuole all’interno delle quali si insegnano decine di taolu senza senso, dove l’adorazione del proprio maestro va oltre ogni ragionevolezza].

Anche l’Yiquan non è esente da forme religiose, questa è una sala dei riti di ingresso nerlla scuola. Si possono notare i quadri dei maestri paragonabili ad immagini da idolatrare.

Huang: La religione è anche un bisogno sociale e anche se le arti marziali diventassero una religione, quali sarebbero gli svantaggi?

Zhao: esattamente. La fede in una religione può essere utilizzata come luogo in cui far crescere la fede, come mezzo per sopportare il peso della vita e a favorire la guarigione da un malessere spirituale, o ancora come mezzo per beneficiare di una sensazione di protezione e sollecitudine da parte di una comunità.

[a questo proposito c’è una accesa discussione all’interno del Meihuaquan perché da una parte si esalta e si dà valore alla sua componente religiosa (wenchang) che risponde, anche secondo studi socio-antropologici recenti, al bisogno di “promuovere la forma fisica, fornire intrattenimento, fornire il contatto con il soprannaturale e aumentare il capitale sociale stabilendo una rete di sicurezza attraverso i legami di amicizia con la propria famiglia di pugilato” (Zhang Guodong, Thomas Green, articolo, 2010). ; dall’altra si vorrebbe riaffermare la sua importanza come sistema di arti marziali e dare più risalto alle sue caratteristiche di disciplina psicofisica. D’altronde anche eminenti storici come Esherich (1987) hanno affermato che“appare chiaro, quindi, che il Pugilato del Fiore di prugno era puramente una scuola di arti marziali”]

Tuttavia, con una forte fede e aspirazione, se sono trascendenti questa vita terrena, è meglio entrare in una religione pura e semplice. D’altro canto, se per lungo tempo ci si sofferma su una certa abilità pratica, sarà come assumere una droga, non si sarà in grado di distinguere tra realtà ed illusione, facendo sì che le persone per un sentimento di giustizia e di santità realizzino cose stupide. La devozione blindata 愚忠, il conservatorismo 保守, l’esagerazione 浮夸 (o vanagloria) [e di fanfaroni se ne vedono tanti], il settarismo 宗派, le differenti linee 排异, il nazionalismo 国粹主义 del mondo del Wushu, le dispute interne 内争, il disprezzo reciproco 相互轻视 e gli intrighi 勾心斗角 tra scuole di arti marziali e tutti i brutti fenomeni che fanno sì che le persone dentro e fuori le arti marziali si ignorino 蔑视, detestino 厌恶 e siano forzati ad avere risentimento 敢怒不敢言, hanno a che fare con questo. A mio modesto parere, il compito più urgente delle arti marziali cinesi è quello di liberarsi della religiosità ed entrare veramente nella scienza 科学 e nello sport 体育运动. Non bisogna attendere di subire una nuova “guerra dell’oppio” 鸦片战争 per rimettersi in questione, né restare immobili ad attendere che una novella “alleanza delle otto nazioni” 八国联军 venga a sfidarci sul ring 擂台 per svegliarci. Comunque, ho scritto un articolo su questo argomento, se sei interessato dai un’occhiata e ne parleremo domani.

Huang: Domani, ti invito a parlare della questione della tecnica di combattimento 技击 del Wushu e dell’aspetto artistico 艺术.

Primo Giorno – Prima Parte

Primo Giorno – Seconda Parte

Secondo Giorno – Prima Parte

Secondo Giorno – Seconda parte

Terza Giornata – Prima Parte

Intervista a Zhao Daoxin – Terzo Giorno (Seconda Parte)

Intervista a Zhao Daoxin – prima giornata (seconda parte)

tifosi ad una partita di calcio

Ho inserito in corsivo una serie di commenti personali, sempre per non rimanere ancorati ad una verità incontrovertibile, che venga da una o dall’altra fazione.

Huang: La storia della Cina ha innumerevoli personalità di talento che si sono dedicate alla pratica delle arti marziali. Inoltre, in Cina ci sono centinaia e centinaia di pugilati diversi, ognuno con le proprie particolarità. Non si può ancora dire che il contenuto delle arti marziali cinesi 中华武术 non siano abbastanza “ampio” 博大 [di solito è utilizzato per indicare una cerchia di eruditi], giusto?

Zhao: Nei tempi antichi, tutte le persone nel paese di Lu indossavano abiti confuciani ma c’era un solo erudito confuciano (penso si riferisca allo stesso Confucio). La Cina della nostra epoca ha un enormità di persone, ognuna che si prostra al cospetto di un fitto bosco di scuole e ciò si può dire che appaia come un grande dettaglio. Quante possibilità può avere la persona di studiare per applicarle e ottenere successo nell’impegno di una vita? La stragrande maggioranza degli sport nel mondo, in particolare gli sport che hanno raggiunto il loro apice come il calcio [che guarda caso, come per altri sport di squadra, possiamo dire che si tratta di “combattimenti” di gruppo], sono composti da una piccola parte di atleti e da un’ampia parte di tifosi che fanno da spettatori, mentre la realtà cinese delle arti marziali è invertita: ci sono molti praticanti di arti marziali e pochi spettatori.

immagine che mostra bene la partecipazione ad una riunione di Meihuaquan a Wuqiang

[su questo punto mi sento di dissentire. Penso che l’errore di ragionamento da parte di Zhao provenga dal fatto che poco conosce la realtà del Calcio: in Italia sono moltissimi a praticare il calcio, distinguendo tra professionisti ed amatori. Tra gli amatori stessi ci sono diversi livelli, tra cui coloro che non sono per nulla tesserati e giocano partitelle. Non è molto diverso dalla realtà cinese in cui esistono dei professionisti del Wushu e degli amatori del Wushu. Forse il Wushu Sportivo professionale non ha un seguito come quello del Calcio, ma il Wushu amatoriale osservato nelle campagne ha un largo seguito di appassionati spettatori. Questo potrebbe essere l’ambito di sopravvivenza del Wushu]

Ma il livello generale dei praticanti di arti marziali è insufficiente per essere paragonato a quello degli atleti. Tra loro ci sono quelli che agitano sciabole, lance, spade e alabarde nelle loro case; c’è chi fa delle torsioni e chi si abbandona a chiacchiere senza fine nei parchi [continuando con il confronto rispetto al Calcio, quello delle chiacchiere non manca nemmeno nel calcio, dove ben conosciamo le discussioni “da bar” al proposito, oppure coloro che eccellono nel palleggio senza riuscire a essere efficaci nelle partite]; c’è chi, nelle sale di allenamento 武馆 o nei campi sportivi 操场, si mette a gesticolare o a ballare al minimo comando dell’istruttore, essi esattamente sono considerati pugili 拳手 o amatori 拳迷 ?

[si potrebbe tradurre con “che hanno perso il pugilato”; ma sempre seguendo l’esempio del calcio, si può osservare che tutto ciò che crea movimento sportivo e interesse attorno all’attività, è positivo per la sopravvivenza e lo sviluppo del calcio nella società moderna, siano esse chiacchiere, virtualismi, partitelle tra bambini o addirittura videogiochi; sempre a livello critico, è poi importante sottolineare come sia il calcio che altri sport molto affermati non siano esenti da problematiche e da influenze negative rispetto al loro moderno sviluppo.]

Quante sono le persone possono essere incluse nella tua cerchia “ampia”? Ciò che è preoccupante è che il numero di persone in questa cerchia si sta riducendo drasticamente, perché la società odierna ha molti più modi in cui i giovani possono sfogare le loro energie. Bene, non ho altro da aggiungere, ti chiedo solo, ogni volta che ti svegli dal “sogno di ampiezza” [博大之梦, sogno di grandezza] di contare il numero di persone , e vedere se ci sono più giovani nelle palestre di arti marziali o nelle discoteche? Ci sono più persone a guardare le dimostrazioni di taolu o le partite di calcio? [questo però è un problema che riguarda tutti gli “sport” cosiddetti minori] Confermo il fatto che ci sono centinaia di scuole, ognuna delle quali afferma di avere una sua particolarità. Tuttavia, mi citeresti anche solo una decina di pugilati capaci di imporsi, con l’accento sull’innovazione e la pratica reale, nel campo degli sport da combattimento? Esistono tipi di allenamento diversi che possono rivoluzionare le prestazioni istintive del corpo umano nel combattimento? Poiché il territorio cinese è molto più ampio di ciò che permetterebbe gli scambi tra le scuole di arti marziali e siccome la maggior parte dei praticanti è ancora conservatrice e superstiziosa, o vive in eremitaggio, si blocca il flusso di informazioni mantenendo un aura misteriosa. Se le cose andranno avanti così, nell’arte di pugilato lo stesso tipo di concetto 概念, di principio 原理 e di metodo 方法 in molti casi potrà avere semplicemente nomi non in grado di essere ricordati univocamente, seguendo la filosofia razionale molti di essi potranno essere semplicemente ricopiati meccanicamente ed applicati indiscriminatamente e ci saranno molti movimenti rituali strani e curiosi all’interno delle scuole 门派 che non avranno nulla a che fare fare con l’attacco e la difesa 攻防. [mi trovo molto d’accordo con questo assunto]. Supponendo che ci liberiamo di quelle scuole rigide e dogmatiche che traggono i loro principi da ciò che è “già inventato”, e procediamo ad un’analisi con metodi scientifici, è chiaro che le arti marziali cinesi non appariranno così grandiose. Ma i praticanti dell’Arte Nazionale “meno grandiosa”, una volta che incontrano un nemico forte, si stereotipano cambiando in concatenazioni “colpo di pugno 拳击 + calcio laterale 侧踹 + abbracciare e cadere 抱摔”, o peggio si traformano in pestaggi selvaggi da popolani. In questo momento, dove sono finite le migliaia di arti marziali cinesi? Anche se non osiamo dire che la nostra “cassa del tesoro” 瑰宝盒 è un contenitore “vuoto”空虚, almeno non si dovrebbe dire che sia così “ampia”博大, giusto?

Prima Giornata Prima Parte

Prima Giornata -Terza Parte

Seconda Giornata – Prima Parte

Secondo Giorno – Seconda Parte

Terza Giornata – Prima Parte

Intervista a Zhao Daoxin – Terzo Giorno (Seconda Parte)

Intervista a Zhao Daoxin (prima parte)

Celebre immagine di Zhao Daoxin

Intervista a Zhao Daoxin 赵道新, dal titolo Dialogo sui due massimi sistemi di Wushu 关于两大武术体系的对话 (notare la citazione colta del Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo di Galileo Galilei), per questo scritto ho utilizzato la traduzione “Une “sanglante dissection” des arts martiaux chinois,” (Una dissezione sanguinaria delle arti marziali cinesi) par Laurent Chircop-Reyes, in Les chroniques du wulin, 08/11/2015, e naturalmente il testo in cinese. L’intervistatore è Huang Jishou 黄积涛.

Primo giorno

Huang: attualmente dalla società arrivano certi brusii che non sono esenti da irritare vivamente le orecchie dei praticanti di arti marziali. Per esempio: Li Lianjie 李连杰 (Jet Li), è oppure no, uno “strumento del formalismo estetico”? [Mi piace molto come il traduttore francese ha reso huajiazi 花架子] Huo Yuanjia 霍元甲, alla sua epoca possedeva veramente le capacità di vincere un campione contemporaneo di Pugilato 拳王 o di un altro sport da combattimento 搏击冠军? Ed altre questioni di questo genere… Quale è la sua opinione al proposito?

[strano che poi Zhao non sia entrato pienamente nel merito di questo ragionamento, se non accennando al fatto che non si conosce l’effettivo valore di chi ha combattuto con i praticanti Cinesi che ne hanno tratto fama; io penso che siano pensieri inutili e capziosi, sarebbe come voler vedere come sarebbe stato Pelè contro avversari moderni, con palloni moderni, campi, regole. Ecc.]

Li Lianjie ed altri mebri della squadra di Pechino di Wushu

Zhao: è già molto tempo che non ho più il vigore né l’interesse di andare a giudicare le capacità combattive 格斗实力 di chicchessia. In realtà, dopo già un secolo, in tutti questi grandi ambiti del Wushu, non è mai stato possibile di stabilire un sistema di valutazione e di comparazione equo e razionale delle capacità combattive. La propaganda ha già preso il posto dei confronti. Tuttavia, il fatto è che il signor Li Lianjie è un modello di Star marziale 武星 dell’ Università e che il signor Huo Yuanjia è il simbolo dei maestri di pugilato appartenenti al popolo; I commenti su queste due persone possono in tal modo essere in accordo con i dubbi che noi abbiamo riguardo le scuole di arti marziali della nostra società attuale, così come sul carattere combattivo che conterrebbero le arti marziali tradizionali. In altre parole, noi abbiamo dei dubbi a proposito del valore, nella nostra società moderna, degli stili di wushu ancora esistenti oggi. Tutto ciò perché, negli ambienti del Wushu, i nostri “guerrieri” 武士, senza che essi possano averlo scelto, sono stati abituati a ascoltare un solo e stesso suono di campana. Conseguentemente, quando emerge un opinione differente, questa arriva a “scioccare le orecchie” di coloro i quali sono abituati ad ascoltare la norma, i quali vanno senza alcuna riflessione a opporsi e reprimere questo punto di vista.

Huang: tuttavia, la storia delle arti marziali cinesi, che sono di una grandezza degna di venerazione e d’una profonda dimensione spirituale, rimonta a dei tempi immemorabili. Inoltre le arti marziali cinesi formano un grande tesoro e patrimonio culturale per le etnie cinesi. Ciò è innegabile ed è stato avallato, non solo da tutti i popoli cinesi, ma anche dai popoli del mondo intero.

Zhao: tutto ciò, è quello che tu hai senza dubbio letto nei libri, oppure potrebbe essere che l’hai sentito dire da certuni. Ma ciò che tu hai potuto leggere nei tuoi libri è stato copiato da altri libri e ciò che hai potuto ascoltare da una persona, quest’ultima l’ha ugualmente sentita da qualcun altro. A proposito di questi discorsi che scimmiottano le parole di qualcun altro su fatti lontani nel tempo, ci sono taluni che lo ritengono giustificato, altri “beatamente ignoranti” e impauriti da un certo tipo di pressione perniciosa invisibile. Tuttavia, la verità non è necessariamente nelle mani della maggioranza. Come puoi dire che “ciò è stato avallato dai popoli del mondo intero”, se tu non hai mai fatto un censimento o un sondaggio fini ai confini del pianeta,? Tu affermi come premessa che è “innegabile”, come puoi fare, se non approvari che io non sia daccordo prendendomi le parole di bocca, a illustrare di essere completamente contrario?

Huang: è quindi possibile che le arti marziali cinesi non possiedano una tradizione storica di lungo corso? Che questo non sia lo spirito della nostra nazione e la vena pulsante della nostra cultura?

Zhao: a proposito di ciò, si deve innanzitutto vedere se le arti marziali 武艺 del passato e quelle di oggigiorno sono, in fine dei conti, una sola e medesima cosa. Esaminiamo un po’ le pratiche precedenti il tredicesimo secolo, come il Shoubo 手搏, il Jiaodi 角抵 o ancora il Xiangpu 相扑 e tante altre, poi, ritorniamo alla nostra epoca e osserviamo più da vicino le arti attualmente in voga come lo Shaolin 少林, il Wudang 武当 , il Changquan 长拳 ed altri. Si può notare che i nomi dei pugilati non sono stati modificati, la terra su cui poggiano non è stata spostata e la razza umana che le ha trasmesse non è cambiata. Tuttavia, il sistema intero del pugilato cinese, la sua natura, i suoi contenuti, il suo significato ed i suoi metodi, tranne il fatto che sono stati ricopiati i principi degli Otto Trigrammi, delle Cinque Fasi e la teoria Yin Yang, si è da lungo tempo allontanata dal suo sfondo costitutivo al punto di essere divenuto irriconoscibile. Va bene dire che si è sviluppato, mai pensare che si sia deteriorato. Paragonato a ciò che trasmettono i discendenti ereditari, tutte queste arti di combattimento occidentali che si diffondono attualmente sono molto più vicine alla cultura marziale originale della nostra patria. Allora in questo caso, chi ha maggiormente le capacità richieste per ritrovare l’origine delle cose e pretendere in tal modo di “rimontare a tempi immemorabili”?

Bassorilievi del lago delle Montagne Nere

Inoltre, il combattimento è l’istinto primitivo di sopravvivenza dell’essere umano. Durante il periodo delle Primavere e degli Autunni, presso il lago delle Montagne Nere 黑山湖 della regione di Jiayuguan 嘉峪关, è raffigurata sulla pietra una scena in cui una trentina di persone che praticavano le arti marziali, ma anche pitture ritrovate in tombe egizie del 2000 a.C., , rappresentano una scena di combattimento 扭打. Tutto ciò per dire che non sono solamente le arti marziali della Cina che possono avere l’appannaggio di una “tradizione storica millenaria”. Ma perché alle arti marziali 武术 piace sistematicamente vantare la propria storia? I praticanti di pugilato incompetenti oggigiorno amano riempirsi la bocca con questa frase:”come era il mio maestro un tempo…” 当年我师傅怎样. Tutti come questi “asini bastonati” [questo è come è tradotto nella versione francese 力巴头, che suonerebbe da noi come Teste di Legno] che lavorano sul mercato internazionale e che si crogiolano con le “quattro grandi invenzioni antiche del nostro paese” 四大发明. In realtà, i contributi del passato non possono essere confrontati con i vantaggi del presente;

Gli antichi abaco e le calcolatrici attuali non possono essere messi sullo stesso piano. Sembra tuttavia che ciò riveli una certa disposizione psicologica. Si copre il vuoto di oggi con la gloria del passato e si compensano le mancanze del presente con la forza del passato. Un vecchio indebolito e morente, attaccato ai giorni felici del passato, porta avanti con nostalgia numerosi aneddoti. Cosa mostra la nostalgia e la ricerca delle radici delle arti marziali cinesi nel corso degli anni?

Prima Giornata – Seconda Parte

Prima Giornata – Terza Parte

Seconda Giornata – Prima Parte

Secondo Giorno – Seconda Parte

Terza Giornata – Prima Parte

Intervista a Zhao Daoxin – Terzo Giorno (Seconda Parte)

Lo Spirito del Wushu

dall’articolo 中华武术之精气神, tradotto liberamente da Storti Enrico

manifestazione di gruppo in piazza Tian’anmen

Nota del traduttore: nell’articolo si fa spesso riferimento al termine Wudao 武道, che a mio parere è un termine di recente invenzione. Sarebbe interessante capire quando effettivamente sono stati associati ed in quale contesto questi due ideogrammi. Infatti l’articolo sembrerebbe comunque improntato ad un sistema valoriale degli anni iniziali della repubblica (dopo il 1911 circa), quando si cercò di copiare il Bushido dei Samurai. Anche l’uso del termine Gongfu 功夫inteso come arti marziali ha il sapore di termine recente. L’articolo a mio parere si mantiene troppo sul filosofico e non sostiene l’importanza della pratica marziale come sarebbe giusto, però mi è sembrato interessante che temi teorici che appartengono anche al Meihuaquan siano trattati e che siano accostati detti quali Tian Ren Heyi e Jing Qi Shen alla riverenza a Tian Di Jun Qin Shi.

Mao Zhedong

La connotazione spirituale delle arti marziali cinesi (che può essere oggi definita Wudao 武道) include ideologie Confuciane (儒家), spiritualità Daoista (道家), auto coltivazione 修养 Buddhista (释家). l detto 「la cultura è in grado di portare la pace nel paese, la marzialità è in grado di rendere stabile la nazione 文能安邦,武能定国」conferma appieno l’efficacia di usare la cultura per mendare la marzialità 习文修武. All’inizio si può stimolare la gioventù ignorante a rettificarsi e coltivarsi moralmente 正心修身, per essere efficaci: nel piccolo uccidendo i ladri, sopprimendo le ribellioni e proteggendo il paese; nel grande portando pace e stabilità nella nazione, portando beneficio a miriadi di persone. Attualmente sono trascorsi cinquemila anni di storia Cinese, ragione per cui come obiettivo finale si vuole che l’educazione integri in una cosa sola cultura e marzialità 文武合一, che è anche lo stesso punto essenziale educativo del pensiero Confuciano. La cultura cinese presta attenzione alla realtà superiore (il mondo metafisico) perseguita dal Daoismo, che è la stessa cosa del mondo superiore perseguito dal Wushu che è detto 「Cielo e Uomo in Comunione 天人合一」. Nel Wushu si dice che l’uomo è la base. L’uomo è un corpo diviso in sezione della testa 头部, del tronco 身躯 e delle gambe e piedi 腿足, che sono associate ai tre piani 三盘 di Cielo, Terra e Uomo 天地人. La sezione superiore 上盘 assorbe l’aria che si trova naturalmente nel Cielo, la sezione inferiore 下盘 prende l’influenza delle caratteristiche geo-morfologiche della Terra, la sezione centrale 中盘 preserva il Qi Originario 元气 iniziale dell’Uomo, che sono il possesso della profonda conoscenza di Cielo, Terra e Uomo in un unico Qi 天地人一气. Pertanto la vita umana avviene tra Cielo e Terra, espirando ed inspirando 一动一静 costantemente e collegando Cielo e Terra; alternando un movimento ad un fermarsi 一动一静 (dinamico e statico) costantemente combinando Cielo e Terra. La via marziale cinese non presta assolutamente attenzione ad avere mirabolanti tecniche marziali, infatti una persona che ha il coraggio di essere sanguinario tuttalpiù è un uomo manesco, che non può essere considerato un marzialista 武人; in qualità di marzialista oltre ai conseguimenti dell’arte marziale 武艺, lo sviluppo della morale marziale 武德 sarà un punto chiave che non potrà essere ignorato. Cos’ è il Wude 武德? In pratica è abbracciare con forza il principio del「cuore benevolente 仁者之心」; colpire per proteggersi e non essere una persona che ferisce gli altri, che colpisce pretendo le proprietà altrui; combattere per le vittime di ingiustizie invece di prendersi la vita delle persone.

Liu Baoyu dell’Henan

Un praticante marziale, in primo luogo deve avere un allenamento nelle arti marziali. Le arti marziali sono un modo per Coltivare il Corpo e per Disciplinare il proprio Carattere 修身养性. Le arti marziali che in realtà non è utilizzabile nel combattimento, naturalmente è una forma di applicazione inferiore delle arti marziali. Il Gongfu 功夫 allo stesso modo non sempre è utilizzato per combattere, ma piuttosto per incrementare la forza fisica e migliorare la propria salute. Per allenare la marzialità prima bisogna allenare il cuore 练武先练心, cioè allenarsi e migliorarsi con esercizi interiori, sono il metodo del miglioramento del cuore 内功修练,修心法. Solo quando la mente è calma è possibile eliminare tutti i tipi di pensieri che distraggono e si può raggiungere lo stato di mente pura e tranquilla, calma e inazione, libera da recriminazioni e desideri. A lungo termine la forgiatura che si ottiene tramite l’allenamento, oltre a coltivare una mente tenace, fa anche passare da un cambiamento quantitativo a un cambiamento qualitativo del temperamento umano e anche a livello ideativo segue lo stato di vuoto 空阔. Le persone, con meno pensieri egoistici e distraenti, naturalmente hanno Qi Puro 正气 nella parte superiore del corpo 上身; Senza desideri, si può essere eroi senza paura. Da ciò si consegue la qualità Jing Qi Shen delle arti marziali cinesi. Le arti marziali cinesi venerano il Wude e questi detti lo confermano: “mai praticare la marzialità prima di aver coltivato la virtù”未曾习武先修德; “colui che ha una scarsa morale non può studiare, colui che perde i principi non possono insegnare” 短德者不可与之学,丧理者不可与之教. Tolleranza 宽容, pazienza 忍耐, fermezza 坚强, rispetto per l’insegnante e affetto per i compagni 尊师爱友, benevolenza e rettitudine 仁义, modestia 谦虚, onestà 诚实 ecc. ecc., tutti fanno parte della auto coltivazione del Wude del praticante marziale. Quando si effettuano scambi di conoscenze tra le scuole di arti marziali, solo attraverso il movimento, di sicuro “si pratica la marzialità incontrando amici” 以武会友 facendolo non disordinatamente e ferendosi. Tutto ciò può essere visto come tipologia di tolleranza e magnanimità (o apertura mentale) che il Wushu incarna. Sebbene si supponga che il Wushu sia un metodo di Coltivare il Corpo e Disciplinare il proprio Carattere 修身养性, bisogna considerare che in questo Coltivare il Corpo e Disciplinare il proprio Carattere c’è il più alto conseguimento, altresì condizione non facile da raggiungere. Le persone che praticano Wushu devono avere un cuore calmo, che richiede perseveranza 恒心 e forza di volontà 毅力 nella fermezza.

Li Ba di Beijing

Le abilità di base dei vari movimenti non vengono acquisite dall’oggi al domani, ma attraverso anni o addirittura decenni di perseveranza e sforzi continui. Anche il rispetto degli insegnanti e l’affetto per i compagni è una grande dimostrazione di Wude. Per i cinesi è importante prestare attenzione ad essere Benevolenti 仁, dimostrare Pietà Filiale 孝 e essere Cerimoniosi 礼, infatti dicono “maestri un giorno, padri tutta la vita”一日为师终生为父 che rivela l’estrema importanza dell’onorare il maestro. Nei tempi antichi c’era la scritta Cielo天, Terra 地, Sovrano 君, Progenitori 亲 e Maestro 师, in cui il Maestro era messo alla pari con Cielo, Terra, Sovrano e Progenitori, che chiariva l’importanza dello status dell’Insegnante. Solo con il nobile carattere morale di “rispettare l’insegnante e amare i compagni” e di “imparare bene con cuore vuoto” 虚心好学 (la modestia), maestro e discepolo potranno essere in armonia e l’apprendimento migliorare. Tra le diverse scuole ci sono anche stati frequentemente scambi e confronti tecnici sull’arte marziale, insegnamenti reciproci e mutuo aiuto. A chi pratica la marzialità è richiesto avere benevolenza e senso di giustizia nel cuore, sicuramente non di uccidere indiscriminatamente , solo possedendo benevolenza e senso di giustizia nel cuore è possibile farsi molti amici ed è possibile ottenere dagli altri riconoscenza e rispetto. Se non hai benevolenza e senso di giustizia nel cuore, nonostante il tuo livello di arte marziale sia alto, non sarai benvoluto. Per la grande importanza che i cinesi pongono nel carattere morale essi ammirano la conciliazione. Anche la modestia 谦虚 è molto significativa per i praticanti la marzialità, infatti per orgoglio si perde, si ha un guadagno misero e si è persone fuori dal cielo; solo la modestia, non l’arroganza e non l’irascibilità, fanno mantenere una circolarità continua dell’apprendimento, continuità nella mentalità (costanza) per progredire, che rende possibile ottenere i più grandi risultati. Se le persone mi sconfiggono, le rispetto, senza avere un cuore arrogante; se le persone non mi sconfiggono, sarò modesto, senza avere intenzioni (atteggiamento) frivole. Questo e solo questo è l’atteggiamento mentale che un praticante marziale dovrebbe avere. L’essenza spirituale del Wushu si manifesta grandemente in qualità di spirito patriottico. Moltissimi esponenti di alto livello delle arti marziali e praticanti ordinari, assieme sono indirizzati allo scopo di sostenere la giustizia 正义 e difendere la propria nazione. Esempi storici radiosi sono Yue Fei 岳飞, Qi Jiguang, ecc. Servire lo stato con lealtà incondizionata è un obiettivo ideale di chi pratica la marzialità. La marzialità deve essere intesa come fermare le armi [al proposito ricordiamo che questa è un interpretazione recente dell’ideogramma Wu 武 composto da 止, fermare e 戈 Ge (un tipo di alabarda), ma nel cinese antico la corretta interpretazione è Marciare in Armi], perciò il Wushu persegue di non colpire ed uccidere, ma piuttosto l’armonia 和 a tutti i livelli. L’armonia del Wushu può essere descritta in due aspetti distinti. Oltre a fare affidamento sulla pratica diligente e costante esteriore, in più richiede di assorbire il Qi dalla natura, con il supporto “della forza della natura” 自然之力 che sarà “propria forza ” 己之力 e “forza naturale” combinate in modo che da due saranno un unica entità. Le teorie cinesi degli Otto Trigrammi e di Yin Yang Cinque Elementi prestano tutte attenzione alla Comunione di Cielo e Uomo e all’Armonia tra Uomo e Natura e queste teorie hanno una grande influenza sul Wushu. Alcune scuole di Wushu utilizzano maggiormente lo spirito di queste dottrine. Un altro livello di armonia è quello sociale, concerne i rapporti tra persone e persone.

Ge Chunyan e Hao Zhihua

Le competizioni di Wushu non sono mai dovute essere confronti in cui ottenere un combattimento di vita o di morte, ma invece modi apprendere reciprocamente e per scambiarsi l’abilità marziale, attraverso i movimenti. Inoltre i cinesi desiderano molto usare la marzialità per incontrare amici,non c’è conoscenza reciproca senza combattere, ecc. Fermare le armi è Marziale 止戈为武, rappresenta l’aspirazione della gente agli inizi della creazione degli ideogrammi (ho già spiegato in precedenza come questa ricostruzione sia sbagliata) semplicemente di mettere nel Wushu la positività. Marziale non è per uccidere e distruggere ma per una pace migliore. Molte mosse del Wushu principalmente non sono per attaccare, ma per resistere difendendosi. Il detto “usare l’armonia è prezioso” si incarna perfettamente nel Wushu. Riportandoci a guardare il passato, nel corso di migliaia di anni, quanti personaggi con ideali elevati senza eccezione presero a fare Wushu come studio obbligatorio in cui impegnarsi. La storia abbonda di esempi di ciò: Jing Ke 荆轲 che tentò chiaramente di uccidere il Re Qin, Li Shimin 李世民 praticava migliorandole reciprocamente cultura e marzialità e alla fine divenne una sorta di tiranno; Yue Fei 岳飞 che può essere considerato un maestro antesignano dello studio marziale, combattè contro i Jin per difendere lo stato fino alla morte, tutti questi erano sublimi nella cultura e stimati nella marzialità, che hanno coltivato la rettitudine, ottenendo il grande coraggio e la raffinatezza dell’essenza spirituale. Alla fine grazie agli ideali sociali per cui si sono impegnati a combattere con la loro magnanimità di carattere, i loro grandissimi coraggio e intelligenza, saranno venerati dalle generazioni successive. Essi incarnano senza eccezioni lo spirito delle arti marziali cinesi. La loro stimata marzialità ed essenza spirituale 尚武精神 sono stati indispensabili per la sopravvivenza e lo sviluppo della nazione. Il loro afflato di marzialità valevole perdurerà per sempre e illuminerà i posteri. La pratica temprante del Wushu non solo può allenare efficacemente il corpo dei compatrioti, ma, cosa più importante può influenzare il carattere e la volontà delle persone, sviluppando il sentimento patriottico…

Significato di 意 yì (significato, senso, intenzione, volontà, desiderio)

“Yì” indica la coscienza 意识, le idee 意念, il pensiero 思维 che sono Essenza Spirituale 精神, determinazione 意志 e consapevolezza 知觉. Esso consiste in attività quali avere spiritualità 魂, essere coraggiosi 魄, pensare 思, riflettere 虑, concentrarsi e meditare 神, filosofeggiare 智, ecc. ed è una funzione cerebrale dell’uomo; è il centro che dirige e controlla i comportamenti umani; è la forma più alta di attività vitale.

(da Composizione delle tre eminenze del Taijiquan – Xing Yi Qi 太极三元结构-“形”、“意”、“气”)

Significato di 形 xíng (forma, aspetto esteriore)

“Xíng” indica la morfologia e la composizione materiale delle cose, dati oggettivi ed aspetti osservabili dello spazio trimidensionale. Lo “Xíng” del Taijiquan contiene due significati: il primo indica il corpo dell’uomo nella pratica del Taijiquan cioè l’organizzazione fisiologica e la costituzione del corpo nella sua interezza (corpo身体, aspetto fisico 形体, scheletro 躯体, muscolatura e tessuti 肉体); il secondo è il corpo dell’uomo che si muove secondo le leggi della fisica nello spazio tridimensionale (i fondamentali del Taijiquan, le sequenze, i Tuishou) anche detto movimento fisico 形体运动 dell’uomo.

(da Composizione delle tre eminenze del Taijiquan – Xing Yi Qi 太极三元结构-“形”、“意”、“气”)

Significato di 气 qì (gas, fiato, respiro, energia vitale, ecc.)

Immagine Frontale del Lavoro Interno 内功正面 presa dal testo dell’epoca Qing intitolato Autentica Trasmissione di una Vita Longeva 寿世传真

Significato di 气 qì (gas, fiato, respiro, energia vitale, ecc.)

“Qì” è un termine molto famigliare ai Cinesi ma difficile da comprendere, concetto relativamente astratto, relativamente vago, relativamente misterioso.

“Qì” è una nominalizzazione e una categoria filosofica della filosofia cinese antica, della medicina tradizionale cinese, delle arti marziali, del qigong, della religione, degli usi e costumi, ecc. all’interno della Cultura Cinese. Era un modo di comprensione del mondo per gli antenati. Esso è un tipo particolare di fenomeno culturale orientale. Nella cultura tradizionale cinese il “Qì” è considerato una sostanza speciale completamente differente se paragonata al resto degli elementi materiali e delle cose della natura; è la categoria filosofica fondante che integra le azioni e incorpora tutte le cose intrinsecamente.

Nell’antichità l’ideogramma “Qì” era scritto “氣”. L’uomo assimila il Qì insito nei cinque cereali, che è il Qì della trasformazione seminale e il Qì messaggero che è prodotto dal metabolismo delle cellule. Il Qì può indicare un energia speciale all’interno del corpo umano, ma “Qì” può anche indicare tutti i Qì all’esterno del corpo umano. Nei tempi moderni tutti usano l’ideogramma “气”.

Siccome l’indirizzo della cognizione filosofica della cultura tradizionale è il punto di vista olistico, presta attenzione allo studio macroscopico e all’osservazione dell’insieme (del tutto unito), mentre manca al suo interno di deduzioni e pensieri logici sul microscopici, perciò il modo di formulare il Qì è vago ed ambiguo. Conseguentemente la connotazione e l’estensione del Qì sono difficili da definire. In domini scolastici differenti ha interpretazioni differenti. Il Qì può essere intepretato come mondo naturale, vita, essenza spirituale, virtù del Dao, principi etici, ed un altra moltitudine di cognizioni oggettive di origini e di qualità intrinseche. Il Qì è un tipo di realtà oggettiva. Utilizzando i principi della moderna scienza per interpretarlo, è molto difficile trovare risposte soddisfacenti, perciò esso e la scienza moderna si differenziano seguendo due tipi di sistemi culturali e due tipi di modelli cognitivi [differenti].

Il “Qì” nel Taijiquan può essere inteso come energia 能量 e forza 动力 per il mantenimento dell’attività vitale, con il significato di estrema importanza dell’essere in vita; ciò ha due implicazioni:

la prima è essere una materia particolare che agisce all’interno del corpo;

la seconda è essere una funzione fisiologica di ogni apparato all’interno del corpo.

Perciò il Qì è sia materia che funzione. Esso possiede già entrambi le componenti innate 先天, in più possiede anche delle parti aquisite dopo la nascita 后天. Dall’energia assimilata dai cibi, dall’acqua, dalla luce solare , ecc. così come dalla pratica ascetica 修炼 (o pratica ginnica 锻炼) di corpo-mente si può generare il Qì. Il Qì prodotto dal Taijiquan è Qì acquisito 就是后天. Quando il Qì di una persona sarà adeguato e prospero, la persona sarà piena di vigore, il suo corpo sarà in salute e spesso le sue abilità (o la sua intelligenza) eccezionali. Quindi, l’obiettivo della pratica del Taijiquan è attraverso la pratica fisica (o la pratica ascetica), far sì che il Qì all’interno del corpo umano sia adeguato e prospero per ottenere il risultato di nutrire il principio vitale 养生 e mantenere la forma fisica 健身.

(da Composizione delle tre eminenze del Taijiquan – Xing Yi Qi 太极三元结构-“形”、“意”、“气”)

Per approfondire https://meihuazhuang.wordpress.com/2021/03/24/qi-nella-conferenza-analisi-critica-dei-termini-per-gli-studi-religiosi-cinesi/

Il “Qì” nel wushu

Il “Qì” deve essere spinto in basso 下沉. Un giusto requisito della respirazione 呼吸 è che il Qì Dovrebbe Affondare 气宜沉, cioè Affondare il Qì nel Dantian 气沉丹田.

Siccome la respirazione nell’attività sportiva concerne la possibilità di protrarre la durata dell’attività stessa, concerne anche la sollecitazione della forza 劲力, cioè l’utilizzo del Qì per sollecitare la forza muscolare 力. L’attività sportiva delle sequenze di Wushu prevede una composizione complessa 结构复杂, salire, scendere, girarsi e ruotare 起伏转折, velocità e potenza 快速有力. Queste caratteristiche determinano una grande intensità nell’attività sportiva delle sequenze ed allo stesso tempo richiedono anche un grande Qì. Se non si afferra e non si pratica correttamente il metodo di respirazione addominale Affondare il Qì nel Dantian 气沉丹田, sarà semplicemente difficile poter protrarre lo sforzo fisico, interrompendo così l’equilibrio del movimento. Oltre all’affondare il Qì, ci sono i tre metodi 三法 di Ascendere 提, Sostenere 托 e Raccogliere (immagazzinare)聚, che tutti assieme sono detti “Ascendere (o sollevare), Sostenere, Raccogliere e Affondare”.

(da Jing Qi Shen nel Wushu 武术中的精、气、神)