Intervista a Zhao Daoxin – prima giornata (terza parte)

Soldati giapponesi membri delle Otto Nazioni Alleate stanno per giustiziare un membro dei cosiddetti Boxer

Huang: Quindi, le arti marziali cinesi 中华武术 non sono così “profonde” 精深, giusto?

Zhao : no, sia il Wushu e che la Medicina Tradizionale Cinese utilizzano filosofie di epoca pre Qin (221-207 a.C.), questi principi filosofici del misticismo orientale producono illuminazioni inimmaginabili a proposito sia della natura 自然 che della vita umana 人生, che non posso dire non essere profonde. Tuttavia, dall’antichità ai giorni nostri, la capacità culturale media, la qualità e il livello delle persone che hanno praticato la boxe hanno superato quello della gente comune? Se non è così, come può essere compreso e tramandato per lungo tempo un patrimonio culturale 文化遗产 così “profondo”? Nel corso di duemila anni, gli insegnamenti confuciani 儒学 tra le persone comuni si sono evoluti in preghiere confuciane 儒救; come è possibile garantire che la “profondità” delle arti marziali nelle mani dei guerrieri 武夫 non sia volgarizzata 庸俗化? In più,come possono le teorie pugilistiche della profondità del Wushu nei circoli pugilistici cinesi essere riunite e realizzate? Da una parte una persona abile nel combattimento 斗拳老手 che è ignorante, dall’altra un esperto nello studio marziale 武学专家, cosa pensi di ognuno di loro? Senza dubbio il primo è un maestro, il secondo è un ruffiano 牙婆. Ricordo che un tempo, eccellenti atleti dell’Unione Sovietica, un potente paese sportivo, dovevano avere sempre con loro studiosi della meccanica del corpo umano 力学家, studiosi di biologia 生物学家, nutrizionisti 营养学家 ed altri esperti che venivano a guidarli. [questo è sicuramente un punto interessante, che però presenta anch’esso dei lati oscuri, pensiamo solo al fenomeno del doping che certi “esperti” hanno portato nelle più disparate discipline, soprattutto quelle olimpiche o quelle più remunerative; io auspico da sempre un serio confronto con le Scienze Motorie, non per sostituire le conoscenze delle scuole di arti marziali, ma per tradurle e migliorarle]. Ma i nostri guerrieri 勇士 amano dichiarare tirando pugni : “si può picchiare qualcuno senza comprendere nulla dei principi di pugilato”. C’è solo una ragione: le parole e le frasi, simboli delle nostre arti marziali, provengono dalla filosofia antica orientale e da rami di studi di fisica elementari tanto “perfettamente esplorate” da essere fuori dal mondo. Questo è un aspetto che fa sentire le persone profonde, consumando l’energia di tutta una vita se non per farsi pubblicità, ma solo a condizione di essere al riparo della violenza di pugni e piedi sono in grado di parlare liberamente.

Volantino anti cristiano dei Boxer

Huang: i tuoi discorsi sono troppo estremi ed è possibile che siano un po’ troppo unilaterali. Io non so se ciò proviene da delusione, o da disprezzo per le arti marziali cinesi o stai facendo della psicologia inversa? Noi dovremmo trattare delle arti marziali cinesi in accordo con vari aspetti della società umana nel suo complesso procedendo a una ricerca analitica, e non solamente a a disegnare i pochi lati oscuri delle cose che scegliamo.

Zhao: per essere precisi, ciò deriva dal mio amore ardente per le arti marziali cinesi. Scusami, posso domandare se non è forse possibile per qualcuno amare il Wushu senza doverlo approvare interamente? Un medico che diagnostica la gravità di una malattia non lo fa per amore del suo paziente?

Pagina di un libro di incantesimi di epoca Qing

Huang: ciò dipende se la malattia contratta dal paziente è curabile o no.

Zhao: è possibile che le arti marziali 中华武术 attuali abbiano già contratto una malattia incurabile? Che non ci sia speranza di guarigione? Eppure, perché è così tabù sentire parlare delle proprie debolezze e cause delle malattie? Perché avere tanta paura di togliersi la maschera? Ci sono almeno due maniere di manifestare il proprio amore 爱. La prima è manifestando lealtà e obbedienza 忠顺, modestia 自谦, la considerazione 体谅 nei confronti dei genitori父母. Il secondo è, tramite l’educazione, guidare i propri figli 儿女 alla rettitudine e alla sincerità 直率 e inculcargli l’apertura del cuore e della mente 剖心. La chiave è: consideri le arti marziali come un genitore e un idolo, o le usi come uno strumento per migliorare alcune capacità del corpo umano 人体? Oggigiorno, le arti marziali cinesi 中华武术 hanno bisogno di lusinghe o di critiche? Supponiamo che abbiano bisogno di entrambi, io penso di avere ascoltato abbastanza “formule augurali” 拜年用语. Per ragioni di completezza, anchessi dovrebbero ascoltare dei discorsi estremisti e di parte per la prima volta.

Esecuzione di un capo Boxer

Huang: tuttavia, ci sono moltissimi personaggi appartenenti ai circoli del Wushu (Wulin 武林) avrebbero molti problemi ad accettare e supportare la tua maniera bizzarra di manifestare l’amore che hai per il pugilato, essi non comprenderebbero perché “in quanto Cinese tu lanci dei discorsi ingiuriosi riguardo il Wushu” 作为中国人还骂中国拳术, essi penseranno che tu sia un eccentrico, un ribelle o un maniaco pericoloso. Alcuni potrebbero anche spingersi persino a pensare che tu cerchi guai.

Zhao: bene, può essere anche che il più grande difetto dei Wulin sia di non ammettere i propri difetti, una disputa accademica molto velocemente si trasformerebbe in una sorta di attacco e persecuzione personale. Ma un esperto di pugilato oppure atleti eccellenti di altre discipline sportive dopo aver subito una sconfitta in una competizione nazionale o internazionale, possono in direzione dei rimproveri degli spettatori, dei critici o degli allenatori un altro sport sfidarli o contestarli. No, solo coloro che sono devotamente incivili possono usare l’insano comportamento di sradicare coloro che hanno un altra religione. Malgrado che queste organizzazioni invisibili e funeste che errano sul territorio cinese da tanto tempo non siano così imponenti come la curia Romana del Medioevo, ho paura tuttavia che certi maestri di pugilato ed altri personaggi, la cui professione è in relazione con l’arte marziale, non esiteranno a riaccendere, nei circoli di wushu, la fiamma che bruciò vivo, 1600 anni or sono , Giordano Bruno sul Campo dei Fiori in Italia. Tutto ciò mette in luce un fatto, di fronte ai nostri occhi, la parte principale delle arti marziali cinesi si è già separata dalla maestria nel combattimento 技击术, dall’arte 艺术, dalla filosofia 哲学, preservando solo le credenze, diventando religione 宗教.

Boxer decapitati

Huang: è vero che il sistema organizzativo delle arti pugilistiche tradizionali è settario, ma non è per nulla una religione. Dopo tutto, ciò differisce da Buddhismo 佛教, Taoismo 道教, Confucianesimo 儒教, ed anche Cristianesimo, Islam o Cristianesimo Ortodosso.

Zhao: dopotutto, anche tutte queste vecchie religioni che tu hai citato non hanno più niente a che vedere con quelle moderne. La peculiarità delle religioni moderne 近代宗教, è che esse tendono ad una miniaturizzazione 小型化 [termine legato alla tecnologia]. Dalla dinastia Qing, delle piccole sette come la dottrina Loro Bianco (Bailianjiao 自莲教), la dottrina degli Otto Trigrammi 八卦教, la dottrina del palo di incenso (Yizhuangxiangjiao 一柱香教), la società del principio celeste (Tianlihui 天理会) o la Via dell’Unità (Yiguandao 一贯道) i Pugili Uniti nella Giustizia 义和拳, ecc. ecc. sono sorte come germogli di Bamboo dopo la pioggia [雨后春笋, si potrebbe dire “spuntate come funghi”]. Contemporaneamente, è stato allo stesso modo un periodo di divisione in fazioni del Wushu e l’apice della sua “miniaturizzazione” [sinonimo di rimpicciolimento, che però a me richiama il concetto di semplificazione]. La religione moderna possiede questa altra caratteristica di non prendere più, come facevano le religioni del passato, idee della mitologia 神话, della storia 历史 e della filosofia 哲学 per farne dei libri canonici 经典, ma di usare l’uomo o una personificazione del divino per farne un idolo. Le religioni moderne adorano i misteri della natura invisibile, amano combinarli e unirli con determinate abilità pratiche 实用的技艺. In questo modo, certe credenze e le arti di combattimento 格斗术 combinate danno forma a pugilati multiformi; certe credenze e le tecniche di conservazione della salute 养生术 danno forma al qigong. Ugualmente, le arti marziali che sono state sostituite da pistole e cannoni come protagoniste nei campi di battaglia, non sono ancora completamente trasformate per dare sfogo al vuoto delle competizioni sportive relativamente ad una certa specie di emozioni dell’essere umano in un periodo di confusione che sostiene anche estremamente la necessità delle credenze. Come dato di fatto, gli studiosi non devono più preoccuparsi di rompersi la testa su “come può una terra pura buddista come il tempio Shaolin aver dato vita alla tecnica di pugilato di uccidere a mani nude” 像少林寺这样的佛门净土怎么会孕育出徒手杀生的拳术. La dottrina degli Otto Trigrammi di Lin Qing 林清 che ha insanguinato con le lame la Città proibita, è semplicemente il prodotto dell’unione del libro “Cinque Donne Tramandano il Dao” [五女传道, un articolo sul baguajiao racconta: secondo documenti d’archivio, durante il periodo di Shunzhi, Liu Zuochen della contea di Shanxian in Shandong apprese dall’eunuco Wei Ziyi 魏子义, cambiò il proprio nome in Liu Fengtian e fondò la Wuhundao 五荤道 anche detta Shouyuanjiao. “In modo arbitrario creò il libro demoniaco Cinque Donne che Predicano il Dao, e divise i seguaci in Otto Trigrammi (in 戚学标《鹤泉文钞》卷下,《纪妖寇王伦始末》).] e del Meihuaquan 梅花拳.

[Questa affermazione è superficiale e poco congrua alla realtà della rivolta Bagua. Gli stili coinvolti nella rivolta furono i più disparati. Il Meihuaquan rimase coinvolto perché Feng Keshan, uno dei capi della rivolta (ma con minor peso rispetto agli altri due), era un praticante di Meihuaquan. Si può quindi asserire che la rivolta fu il frutto dell’Unione di svariate sette religiose al cui interno esistevano sezioni militari che praticavano stili come il Liutangquan, il Baguaquan, il Meihuaquan, il Dahongquan, solo per citarne alcuni che sono riscontrabili nei documenti ufficiali. Inoltre il caso del Meihuaquan è molto particolare perché è l’unico stile di arti marziali che per taluni è anche una setta religiosa].

Riunione degli allievi di Zhao Daoxin per commemorare i 110 anni dalla nascita

I Boxer (Yihetuan 义和团, per l’esattezza Gruppi di Autodifesa Uniti per la Giustizia) , imperversarono nel Nord della Cina 华北, allo stesso modo si appoggiavano su amuleti 神符 e sull’arte del pugilato 拳术 che uniti strettamente davano vita allo “Shenquan” 神拳 (pugilato divino) per radunare le folle. inoltre quale scuola di pugilato tradizionale non ha i propri idoli 偶像, le proprie cerimonie 仪式 e le proprie regole religiose 清规戒律?

[Zhao sta riaffermando il concetto che le arti marziali quando si fossilizzano in rituali ed atteggiamenti esteriori non legati alla scienza del combattimento, ancorché il credere di aver acquisito delle competenze nel combattimento tramite dei metodi segreti che agiscono in maniera misteriosa, hanno in tutto e per tutto le stesse caratteristiche di quelle di una setta, anche se non sono esplicitamente tali. Sempre perché tutto può diventare dogma o credenza. Ho sentito gente che accusa altri marzialisti di appartenere a delle sette, gente che appartiene a scuole che danno più importanza alle formalità che hai contenuti, che appartiene a scuole all’interno delle quali si insegnano decine di taolu senza senso, dove l’adorazione del proprio maestro va oltre ogni ragionevolezza].

Anche l’Yiquan non è esente da forme religiose, questa è una sala dei riti di ingresso nerlla scuola. Si possono notare i quadri dei maestri paragonabili ad immagini da idolatrare.

Huang: La religione è anche un bisogno sociale e anche se le arti marziali diventassero una religione, quali sarebbero gli svantaggi?

Zhao: esattamente. La fede in una religione può essere utilizzata come luogo in cui far crescere la fede, come mezzo per sopportare il peso della vita e a favorire la guarigione da un malessere spirituale, o ancora come mezzo per beneficiare di una sensazione di protezione e sollecitudine da parte di una comunità.

[a questo proposito c’è una accesa discussione all’interno del Meihuaquan perché da una parte si esalta e si dà valore alla sua componente religiosa (wenchang) che risponde, anche secondo studi socio-antropologici recenti, al bisogno di “promuovere la forma fisica, fornire intrattenimento, fornire il contatto con il soprannaturale e aumentare il capitale sociale stabilendo una rete di sicurezza attraverso i legami di amicizia con la propria famiglia di pugilato” (Zhang Guodong, Thomas Green, articolo, 2010). ; dall’altra si vorrebbe riaffermare la sua importanza come sistema di arti marziali e dare più risalto alle sue caratteristiche di disciplina psicofisica. D’altronde anche eminenti storici come Esherich (1987) hanno affermato che“appare chiaro, quindi, che il Pugilato del Fiore di prugno era puramente una scuola di arti marziali”]

Tuttavia, con una forte fede e aspirazione, se sono trascendenti questa vita terrena, è meglio entrare in una religione pura e semplice. D’altro canto, se per lungo tempo ci si sofferma su una certa abilità pratica, sarà come assumere una droga, non si sarà in grado di distinguere tra realtà ed illusione, facendo sì che le persone per un sentimento di giustizia e di santità realizzino cose stupide. La devozione blindata 愚忠, il conservatorismo 保守, l’esagerazione 浮夸 (o vanagloria) [e di fanfaroni se ne vedono tanti], il settarismo 宗派, le differenti linee 排异, il nazionalismo 国粹主义 del mondo del Wushu, le dispute interne 内争, il disprezzo reciproco 相互轻视 e gli intrighi 勾心斗角 tra scuole di arti marziali e tutti i brutti fenomeni che fanno sì che le persone dentro e fuori le arti marziali si ignorino 蔑视, detestino 厌恶 e siano forzati ad avere risentimento 敢怒不敢言, hanno a che fare con questo. A mio modesto parere, il compito più urgente delle arti marziali cinesi è quello di liberarsi della religiosità ed entrare veramente nella scienza 科学 e nello sport 体育运动. Non bisogna attendere di subire una nuova “guerra dell’oppio” 鸦片战争 per rimettersi in questione, né restare immobili ad attendere che una novella “alleanza delle otto nazioni” 八国联军 venga a sfidarci sul ring 擂台 per svegliarci. Comunque, ho scritto un articolo su questo argomento, se sei interessato dai un’occhiata e ne parleremo domani.

Huang: Domani, ti invito a parlare della questione della tecnica di combattimento 技击 del Wushu e dell’aspetto artistico 艺术.

Primo Giorno – Prima Parte

Primo Giorno – Seconda Parte

Secondo Giorno – Prima Parte

Secondo Giorno – Seconda parte

Terza Giornata – Prima Parte

Intervista a Zhao Daoxin – Terzo Giorno (Seconda Parte)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...