Intervista a Yan Zijie (1998)

Questa è un intervista che ho fatto a Yan Zijie molti anni or sono. Oggi chiederei altro, ma qualche domanda la manterrei.

Primi movimenti del jiazi: dopo la posizione di attenti, postura che indica il cielo e postura che graffia la terra
figure iniziali del jiazi: afferrare le stelle e diffondere l’orsa maggiore
  1. Che utilità hanno i primi quattro movimenti con cui inizia il Jiazi?

YZ: Servono per allungare.

2. Ci sono delle contrazioni durante la pratica del Jiazi?

YZ: si deve allungare ed essere rilassati.

3. Qual’è il ritmo del Jiazi?

YZ: il jiazi è come un fiume. Ci si ferma nelle posture per 3-5 cicli respiratori.

4. Quando posso cambiare movimenti per arrivare nelle posizioni statiche? Quali sono le regole per cambiare?

YZ: Deve essere un momento naturale, se non è naturale non è corretto. Il cambiamento deve seguire lo stesso tempo. La cosa più importante è studiare i movimenti semplici, i fondamentali.

5. Dove devo guardare mentre eseguo il jiazi?

YZ: guardo la linea della direzione. E’ importante fermare le mani e le gambe nello stesso momento.

Figura del colpire la tigre

6. Qual’è il significato della tecnica in cui io faccio una sorta di tenaglia con le mie braccia e quel’è il movimento corretto?

YZ: con le braccia creo sempre un cerchio, così si realizza una linea di forza con il corpo.

7. Qual’è il momento migliore per praticare il Jiazi?

YZ: la sera è il momento ideale, non va assolutamente bene praticarlo di notte.

YZ: le cinque posture allenano il Qi:

  • La prima postura corrisponde al metallo. I piedi formano un angolo di 145°, le spalle devono essere rilassate;
  • la seconda postura corrisponde all’acqua, i piedi formano un angolo di 90°;
  • la terza postura corrisponde al legno, il calcio per arrivarci è fluente, naturale, non contratto, le spalle sono sciolte;
  • la quarta postura corrisponde al fuoco, anche in questo caso i piedi formano un angolo di 145°;
  • la quinta postura corrisponde alla terra.

YZ: Qi Jiguang 戚继光 scrisse un libro di arti marziali dove descrisse molti stili.

Le arti marziali ha queste funzioni:

  • allenare il corpo;
  • autodifesa;
  • estendere il proprio orizzonte;
  • curare le malattie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...